Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

La mafia dei Nebrodi e i fondi Ue, sessanta indagati per l'operazione Nebrodi2

La Direzione distrettuale antimafia ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini che a febbraio portarono all’arresto di 23 persone

Sono sessanta gli indagati della maxi inchiesta sulla mafia dei pascoli e del truffe all’Agea e all’Unione europea dei clan di Tortorici.

La Direzione distrettuale antimafia ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini dell’operazione Nebrodi 2 che a febbraio porto all’arresto di 23 persone (21 in carcere e 2 ai domiciliari), 60 indagati, 14 misure interdittive e il sequestro di 369 titoli Agea e 764mila euro a otto società agricole.

Le persone coinvolte sono tutti appartenenti o indiziati di appartenere alla famiglia mafiosa “tortoriciana”, e devono rispondere a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, associazione dedita alla coltivazione/acquisto/detenzione/cessione e al commercio al minuto di sostanza stupefacente di vario tipo, estorsioni, trasferimento fraudolento di valori, truffe aggravate per il conseguimento di erogazioni pubbliche in concorso, riciclaggio e autoriciclaggio, malversazioni di erogazioni pubbliche, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale.

Mafia, le misure cautelari per i clan dei Nebrodi: così tutti i nomi

L’inchiesta Nebrodi2 coordinata dal magistrato Vito Di Giorgio, segue l’operazione “Nebrodi1” scattata 4 anni prima, e si è avvalsa anche delle dichiarazioni di tre collaboratori di giustizia, già appartenenti al gruppo mafioso dei “Batanesi”, che ha consentito di ricostruire, l’esistenza di un’associazione operante secondo i canoni mafiosi della “famiglia tortoriciana”.

Gli inquirenti hanno documentato anche attività estorsive in danno di un’impresa calabrese impegnata nei lavori di realizzazione del metanodotto nel fiume tra i Comuni di Mistretta  e Santo Stefano di Camastra che sarebbe stata costretta a consegnare la somma di euro 4.000 in occasione delle festività di Natale e Pasqua di ogni anno, a partire dall’anno 2015 e sino al 2018, nonché in danno di soggetti privati al fine di accaparrarsi terreni agricoli da destinare al pascolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mafia dei Nebrodi e i fondi Ue, sessanta indagati per l'operazione Nebrodi2
MessinaToday è in caricamento