Tutti insieme per l'inclusione, arriva a Messina il progetto “Non solo assistenza - realizzazione di una rete per la disabilità”

Evento gratuito alla Palestra Comunale Montepiselli con attività di sport integrato e dimostrazioni sportive. L'iniziativa organizzata dall'associazione di cui è capofila Arthesia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Ripartono, dopo lo stop imposto dalla pandemia, anche a Messina le attività del progetto "Non solo assistenza: realizzazione di una rete di sostegno per la disabilità". Venerdì 31 luglio dalle ore 17.30 è stato organizzato dall’Associazione Temporanea di Scopo di cui l’Associazione Arthesia è capofila, in collaborazione con il Comitato Provinciale AICS di Messina, l’evento “Tutti insieme per l’inclusione”.

Il pomeriggio sarà scandito da attività di avviamento allo sport integrato e dimostrazioni sportive e prevede la partecipazione di diverse associazioni che operano con i disabili e i normodotati, tra cui l’Asd Gymnasium Karate, il Panathlon Service Messina – area 9 Sicilia e “Il sogno di Morgan Onlus”, quest’ultima ospite dell’evento, che è stato riorganizzato secondo le nuove normative di sicurezza sanitaria.

L’ingresso è gratuito previa iscrizione online sul sito dell’associazione Arthesia (www.arthesia.it) e sull’evento Facebook. Tutte le attività sono state coordinate sul luogo da Nunzio De Salvo. La manifestazione “Tutti insieme per l’inclusione” rientra nelle attività del progetto “Non solo assistenza - realizzazione di una rete per la disabilità”, co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell’ambito dell’avviso 1/2017. L’Associazione Temporanea di Scopo (ATS) che sta realizzando gli incontri su tutto il territorio italiano è composta da quattro associazioni che lavorano già da anni per l’integrazione e la lotta alla marginalità: “Arthesia” (capofila), “OPES Italia”, “Danza delle Ombre” e “Misericordie di Piana degli Albanesi” (partners).

Il progetto ha come obiettivo principale il contribuire alla crescita dell’integrazione dei soggetti diversamente abili attraverso diversi mezzi: la cultura dello sport, i momenti aggregativi, le arti. Una sfida ambiziosa che offre la possibilità di vivere un’esperienza qualificata e di avvicinare le persone con disabilità alla pratica sportiva in maniera gratuita, facilitandone la conoscenza e l’inserimento negli impianti accessibili: lo sport diventa strumento di benessere psicofisico e veicola valori positivi come l’inclusione, in un momento così delicato come quello post lockdown. Dopo tre eventi che si sono svolti nelle prime settimane di luglio a Palermo, “Non solo assistenza - realizzazione di una rete per la disabilità” si sposta nella Sicilia orientale per permettere ad un’utenza sempre più numerosa di avvicinarsi ai valori dello sport e dell’inclusione.

Per ulteriori informazioni sul progetto è possibile visitare il sito dell’associazione Arthesia.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento