rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca Taormina

Imposta di soggiorno mai versata al Comune, rinviati a giudizio 24 operatori turistici

Il 6 maggio l'udienza per gli imprenditori accusati di appropriazione indebita. Somme per oltre 400mila euro. Comune di Taormina costituito parte lesa

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Messina, Claudia Misale, ha fissato l’udienza preliminare per decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio di 24 operatori turistici di Taormina accusati di appropriazione indebita relativa all’imposta di soggiorno. La richiesta di rinvio a giudizio ristata formulata dal pm Casabona e riguarda il mancato versamento di imposta relative a diverse annualità. Il comune di Taormina è indicato nel provvedimento come parte lesa e si costituirà in giudizio. L’indagine, partita alcuni anni fa, è stata condotta dalla guardia di finanza di Taormina. L’appropriazione indebita riguarda oltre 400 mila euro. L’udienza si celebrerà il prossimo 6 maggio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imposta di soggiorno mai versata al Comune, rinviati a giudizio 24 operatori turistici

MessinaToday è in caricamento