Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Usura in concorso: in manette un 38enne messinese

L'uomo dovrà scontare a Gazzi la pena di 2 anni e 8 messi di reclusione. Denunciati due soggetti che guidavano senza la patente e un 38enne che non si è fermato all'alt dei militari dell'arma

Sono scattate le manette per M.A., un 38enne messinese che i carabinieri della stazione di Giostra hanno condotto nel carcere di Gazzi in  applicazione di ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica del Tribunale di Messina. L'uomo è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione per usura in concorso. 

Un altro provvedimento di applicazione della misura di sicurezza provvisoria detentiva emesso dal GIP del Tribunale di Messina è stato emesso a carico di un 27enne messinese, che è stato condotto presso la CTA dell’Ospedale “Papardo” dai carabinieri del comando Provinciale. 

Il Nucleo Radiomobile hanno altresì proceduto, segnalandoli alla Procura della Repubblica di Messina, un 46enne ed un 19enne, entrambi messinesi, poiché sorpresi nella recidiva del reato di guida senza patente, un 42enne messinese, poiché ritenuto responsabile del reato di porto abusivo di oggetti atti ad offendere e un 38enne del capoluogo che, fermato alla guida della sua vettura durante un posto di controllo in stato di apparente alterazione, si è di rifiutato di sottoporsi agli accertamenti sanitari inerenti lo stato psicofisico.

Infine, nel corso dei servizi, in cui sono state controllate complessivamente 80 autovetture ed oltre 100 perone, i Carabinieri hanno accertato 13 contravvenzioni al codice della strada e segnalato 3 persone alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti, poiché trovati in possesso di modici quantitativi di sostanza stupefacente tipo marijuana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura in concorso: in manette un 38enne messinese

MessinaToday è in caricamento