rotate-mobile
Cronaca

Vaccinazioni, si scende in piazza per favorire le somministrazioni: arriva anche lo spray per i più piccoli

L'iniziativa si svolgerà a piazza Cairoli sabato 2 e domenica 3, dalle ore 9 alle 17. Garantita l’offerta attiva e gratuita del vaccino COVID-19, antinfluenzale e LEA a studenti, ragazzi, stranieri, cittadini e quanti ancora non si sono vaccinati

Campagna per la vaccinazione a Messina. Si scende in piazza per favorire le somministrazioni non solo anticovid. Nei prossimi giorni, come accade quando arriva l'inverno ci si attende una maggiore circolazione dei virus respiratori. Occorre quindi ancora una volta rinnovare, soprattutto ad anziani e fragili, l'invito alla vaccinazione.

L'Amministrazione comunale di Messina, l’Azienda ospedaliera universitaria “G. Martino”, l’ Unità ospedaliera di Igiene Ospedaliera, in sinergia con l’Asp di Messina, l’ Uoc SPEM, l’ UO di Genetica e Farmacogenetica, grazie alla collaborazione del VI reparto Comando e Supporti tattici appartenente al Comando Brigata Meccanizzata “Aosta” di Messina e della Croce Rossa Italiana, aderiscono all'iniziativa che si svolgerà a piazza Cairoli sabato 2 e domenica 3, dalle ore 9 alle 17, per l'iniziativa "Vaccinarsi in Piazza", patrocinata dal Comune di Messina.

Garantita l’offerta attiva e gratuita del vaccino COVID-19, del vaccino antinfluenzale e dei vaccini LEA a studenti, ragazzi, stranieri, cittadini e quanti ancora non si sono vaccinati e desiderano farlo. Saranno possibili le seguenti vaccinazioni: vaccinazione DTP, MPRV, pneumococco, meningococco B e ACW135Y, HPV, epatite B e A, HZV. La vaccinazione antinfluenzale sarà inoltre offerta nei bambini dai 2 ai 14 anni, proponendo l’impiego di un vaccino spray, sicuro e semplice da somministrare.

L'influenza costituisce un rilevante problema di sanità pubblica per la contagiosità e per le possibili complicanze che possono seguire alla malattia, specie in persone già affette da patologie croniche. La vaccinazione rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la malattia, le sue complicanze ed i ricoveri ospedalieri ad essa correlati. La trasmissione del virus dell’influenza si può verificare per via aerea, attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce, ma anche per via indiretta, attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie, per questo la buona igiene delle mani è riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come una delle pratiche più efficaci per controllare la diffusione delle infezioni, anche in ambito ospedaliero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazioni, si scende in piazza per favorire le somministrazioni: arriva anche lo spray per i più piccoli

MessinaToday è in caricamento