rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Musumeci: "Vaccini ai bambini sotto ai 5 anni? Fidiamoci della scienza perché siamo in guerra"

Il governatore a Skytg24: "Abbiamo deciso il ritorno tra i banchi per il 10 gennaio, una data che ci consente di valutare, se ci saranno, eventuali variazioni sul numero di contagi per la popolazione impegnata nelle scuole"

"Abbiamo deciso il ritorno tra i banchi per il 10 gennaio, una data che ci consente di valutare, se ci saranno, eventuali variazioni sul numero di contagi per la popolazione impegnata nelle scuole". Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, intervenendo a SkyTg24, che ha ripetuto un concetto già espresso nelle scorse ore: "L'ultima cosa che vorremmo chiudere è la scuola perché conosciamo le sofferenze patite dai ragazzi con la Dad che determina anche problemi sociali".

Il presidente della Regione è favorevole alla vaccinazione anti-Covid dei bambini al di sotto dei cinque anni. "Siamo in guerra - ha affermato - un tipo di guerra che il mondo non conosceva da cento anni. O ci si fida della scienza, e quindi anche per i bimbi in tenera età, oppure non ci sentiamo a posto con la nostra coscienza". 

"Dividere i bambini nelle scuole tra vaccinati e non è una misura discriminante e infelice - ha aggiunto -. Dobbiamo accostarci a questa materia con grande prudenza, come sempre quando si parla di infanzia e minori. Da nonno dico che i bambini hanno il diritto di continuare a stare assieme e a condividere quella straordinaria esperienza che è la scuola".

Poi sull'obbligo vaccinale: "Non so più quale santo pregare affinché il governo nazionale esca da questo balbettio e da questa ambiguità e possa decidere quello che soltanto un governo 'straordinario' può decidere". E tornando sulle alte percentuali di vittime tra i non vaccinati, Musumeci ha concluso: "Quanti altri morti servono per dimostrare che non c'è alternativa al vaccino?".

"L'obbligo vaccinale per gli over 60 - puntualizza poi il governatore - sarebbe un passo avanti ma credo sia insufficiente dal momento che la curva epidemiologica è schizzata in alto: sul vaccino abbiamo il dovere di assumere una decisione drastica e definitiva. Non abbiamo il problema di forniture, alcuni giorni fa abbiamo fatto una nuova copiosa dotazione. Vorremmo tenere in magazzino il materiale necessario ma temiamo che la curva sia destinata a salire". 

"In Sicilia l'80% dei ricoverati per Covid non ha nemmeno la prima dose del vaccino - conclude Musumeci -. Trovo inoltre surreale che negli ospedali Covid ci siano così tanti asintomatici: con l'assessore alla Salute Ruggero Razza stiamo lavorando per potenziare le strutture ospedaliere nelle singole province in modo che possano accogliere chi non presenta sintomi, lasciando gli ospedali Covid ai malati più gravi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musumeci: "Vaccini ai bambini sotto ai 5 anni? Fidiamoci della scienza perché siamo in guerra"

MessinaToday è in caricamento