Cronaca

Vaccini in vacanza, c'è l'ok di Figliuolo: la Sicilia farà da apripista

L'assessore Razza: "Ci metteremo subito al lavoro. Dopo isole minori, comunità montane e classi di età under 50. Chi viene in Sicilia per l’estate sa che avrà un’opportunità in più”

«L’ok da parte del commissario Figliuolo alla seconda dose di vaccino anti-Covid in vacanza ci fa davvero piacere. Si tratta dell’ennesima dimostrazione della buona collaborazione tra Regioni e struttura commissariale. Dopo isole minori, comunità montane e classi di età under 50, possiamo dire che la Sicilia ha fatto da apripista. Ora ci metteremo subito al lavoro. Chi viene in Sicilia per l’estate sa che avrà un’opportunità in più». Lo dichiara l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.

L'ok ai vaccini contro il Covid in vacanza è stato annunciato dal commissario straordinario all'emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, a '24 Mattino' su Radio 24, spiegando che "la Conferenza delle Regioni mi ha chiesto la possibilità di fare in casi particolari la seconda dose in vacanza. Ho appena firmato la risposta, per la struttura va bene, ci stiamo organizzando e faremo gli opportuni bilanciamenti logistici delle dosi". "I vaccini in vacanza sono più uno spot che una necessità", ma c'è già "una flessibilità nella prenotazione della seconda dose per non farla coincidere con il periodo delle vacanze ma, se questo dovesse avvenire, le Regioni si stanno impegnando per far sì che il vaccino si possa fare in un'altra regione. I sistemi informativi saranno allineati perché la registrazione avvenga in modo corretto". Quanto al Green Pass, "noi siamo pronti. È questione di pochissimi giorni", ha detto il commissario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini in vacanza, c'è l'ok di Figliuolo: la Sicilia farà da apripista

MessinaToday è in caricamento