Cronaca Lipari

Due fratelli e due sorelle affetti da distrofia muscolare vaccinati contro il Covid: "Rinasce la speranza"

Grazie all'interessamento di Asp e Neurolesi ai quattro, che risiedono nell'arcipelago eoliano, è stato somministrata la prima dose del siero. A occuparsi direttamente della situazione Dino Alagna a cui va il ringraziamento di Sandro: "Oggi tu hai il potere di lasciare qualcosa di bello nelle nostre amate isole", ha scritto

Due fratelli e due sorelle affette da distrofia muscolare questa mattina hanno finalmente ricevuto il vaccino contro il covid. A portare la gioia nei volti dei quattro la partrnership fra Asp e Neurolesi che ha consentito ai giovani abitanti di Lipari di compiere il primo grande passo verso il ritorno alla normalità. A ringraziare Dino Alagna e Dino Bramanti Sandro Bivano, uno dei fratelli, che ha descritto la gioia nell'attesa dell'arrivo del vaccino anche per loro. 

Ospedale di Lipari, Alagna: "Due posti di terapia sub intensiva ed un ambulatorio per i trattamenti chemioterapici"

"Caro Dino volevo ringraziarti per la tua vicinanza, per me sono stati due giorni molto pesanti, ma grazie a Dio pian piano mi sto risollevando. Non so se domani le mie condizioni fisiche mi permetteranno di scendere giù a Lipari. Ho fatto il tampone e sia il rapido che il molecolare sono risultati negativi,i medici hanno riscontrato un inizio di bronchite", racconta Sandro. 

"Ringrazio il prof Bramanti per aver vegliato su di me e te per la tua disponibilità nel caso la mia condizioni di salute si aggravassero. Noi ci conosciamo da anni e sai la mia determinazione nel portare avanti le battaglie per la vita e la cura, io sono fiducioso in te perché ti ho sempre reputato un grandeuomo di spessore umanitario e non lo dico tanto per dire", prosegue Sandro.  

"Oggi tu hai il potere di lasciare qualcosa di bello nelle nostre amate isole e so benissimo che non ci dai false speranze come hanno fatti in tanti ma sei sincero come lo sei srmpre stato.  Comprendo perfettamente il tuo ruolo e so che non è facile ma io nel mio piccolo ho cercato di spianare la strada sia da parte dell'assessorato che da parte del governo siciliano dove il presidente Musumeci mi ha promesso che appena la sala sub intensiva sarà completata verrà anche lui a inaugurarla", spiega ancora. 

"Sono fiducioso in te e se domani ho la forza scendo anche con l'ambulanza. Con stima e affetto Sandro Biviano", conclude. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due fratelli e due sorelle affetti da distrofia muscolare vaccinati contro il Covid: "Rinasce la speranza"

MessinaToday è in caricamento