rotate-mobile
Cronaca

Vertenza Blujet, Articolo Uno chiama in causa il governo

L'intervento dei segretari Timbro e Siracusano sulla questione contrattuale che riguarda i marittimi impiegati sugli aliscafi Messina-Calabria. "Lavoratori e passeggeri a rischio"

Sulla vertenza Blujet arriva il sollecito anche di Articolo Uno, dopo la ripresa del dialogo con i sindacati. I segretari Maria Flavia Timbro e Domenico Siracusano sollecitano adesso il nuovo governo a trattare la questione contrattuale dei marittimi in servizio sugli aliscafi che collegano Messina con la Calabria. 

"Nonostante i dodici scioperi, le questioni poste dai lavoratori della Blujet - spiegano i due esponenti politici - rimangono ancora tutte sul campo, a partire da quella della sicurezza. Appare evidente a chiunque si trovi ad utilizzare il mezzo veloce che le condizioni in cui versano le imbarcazioni necessitino di interventi di manutenzione immediati. Le passerelle di imbarco appaiono molto precarie, specie in caso di pioggia, cosi come l’accesso e l’uscita attraverso le scale sul ponte principale, specialmente per viaggiatori con bagagli. Solo il supporto e l’abnegazione del personale rende possibile un percorso ad ostacoli, ancor più complesso per le persone a ridotta mobilità che per esempio sulla “Dubrovnik”, non possono usufruire neanche del servo scala. Avarie e malfunzionamenti tecnici sono una costante, determinando ritardi e, come nel caso di ieri pomeriggio, l’annullamento di corse evidenziando lo stato dei mezzi. I due aliscafi di proprietà e i tre noleggiati richiedono interventi di manutenzione profondi se non l’acquisto di nuovi mezzi. Dietro un ritardo o una corsa annullata c’è qualcosa che non funziona, qualcosa che potrebbe mettere a rischio lavoratori e viaggiatori. Non si giochi più sulla pelle delle persone che quotidianamente attraverso lo Stretto di Messina. Se è vero, come hanno recentemente dichiarato i sindacati, che si è riaperto il dialogo con il nuovo management di Blujet in discontinuità con la passata gestione, allora non si perda altro tempo e si metta la sicurezza al centro del servizio di continuità territoriale. Allo stesso tempo, non si perda di vista la vertenza contrattuale. Nella scorsa legislatura avevamo proposto un tavolo interministeriale tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ed RFI- Rete Ferroviaria Italiana (socio unico di Blujet) per arrivare finalmente all’applicazione del CCNL settore mobilità ferroviaria visto ai lavoratori Blujet che svolgono a tutti gli effetti un servizio di supporto ai treni e garantiscono la continuità territoriale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Blujet, Articolo Uno chiama in causa il governo

MessinaToday è in caricamento