Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Vertenza Papino, prefettura nega il sit-in ai lavoratori

Il prefetto ha poi ricevuto una delegazioni dei dipendenti del punto vendita di Tremestieri. Sulla questione interverrà anche l'Ispettorato del Lavoro. Il 15 luglio un nuovo sciopero

Il sit-in in Prefettura dei 13 lavoratori del Gruppo Papino a rischio licenziamento non si è tenuto. Mancava un'autorizzazione formale al presidio che i dipendenti avevano organizzato questa mattina, insieme ai sindacati Filcams Cgil e Fisascat Cisl, per far conoscere all'intera città la loro problematica. I lavoratori si sono spostati lungo la via Garibaldi e alla fine una delegazione è riuscita ad ottenere un incontro direttamente con il prefetto Maria Carmela Librizzi. Il rappresentante del Governo ha promesso di attivarsi immediatamente interloquendo con l'Ispettorato del Lavoro per trovare una soluzione. 

Intanto i dipendenti del gruppo Papino sciopereranno il prossimo 15 luglio mentre domani si recheranno al punto vendita di Tremestieri in fase di dismissione. "Resteremo davanti al nostro posto di lavoro - precisa Emanuele De Gaetano della Cgil -  anche se dovessimo trovare le saracinesche chiuse. Finora i tavoli sindacali con l'azienda sono serviti a poco, restiamo in servizio pur senza poter vendere la merce che il personale giunto da Catania sta provvedendo a rimuovere dagli scaffali. Non sappiamo che futuro avremo, abbiamo quasi tutti un contratto a tempo determinato. Rischiamo di essere trasferiti in altre sedi, una proposta che va accettata altrimenti ci sarebbe il licenziamento. Io stesso sono stato trasferito cinque volte, ho girato la Sicilia. L'azienda deve garantirci gli ammortizzatori sociali nella speranza di acquisizione di una nuova società".

Una crisi che riguarda l'intera regione. "Altri punti vendita sono in difficoltà - racconta De Gaetano - il rischio è di accettare un trasferimento in altra sede e poi andare incontro a una nuova chiusura. Una situazione che mette in serio pericolo il futuro di oltre 400 lavoratori di trenta punti vendita". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Papino, prefettura nega il sit-in ai lavoratori

MessinaToday è in caricamento