Cronaca Lipari

Stromboli, sale il livello di allerta da giallo ad arancione: attivata la fase di preallarme

Le nuove disposizioni del dipartimento della Protezione civile. Esteso a due miglia marine, l'interdizione di navigazione nel tratto di mare antistante la Sciara del Fuoco. Ecco tutti le novità

Il dipartimento della Protezione Civile ha disposto il passaggio di allerta per il vulcano Stromboli dal livello giallo ad arancione e l'attivazione della fase operativa di "preallarme", secondo quanto previsto dal Piano Nazionale di emergenza per l'isola di Stromboli.

Tale decisione, è stata adottata alla luce delle valutazioni emerse durante la riunione odierna con i Centri di Competenza, il Dipartimento della Protezione Civile della Regione Siciliana e acquisito il parere della Commissione Grandi Rischi, riunitasi oggi a Roma. Tale decisione è basata sulle segnalazioni delle fenomenologie e sulle valutazioni di pericolosità rese disponibili dai Centri di Competenza che per lo Stromboli sono l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Osservatorio Etneo, Osservatorio Vesuviano e Sezione di Palermo), l'Università di Firenze ed il CNR-IREA.

Sulla base di queste segnalazioni si è deciso, inoltre, di estendere a due miglia marine, l'interdizione di navigazione nel tratto di mare antistante la Sciara del Fuoco. L'innalzamento dell'allerta determina il potenziamento del sistema di monitoraggio del vulcano e del raccordo informativo tra la comunità scientifica e le altre componenti e strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile.

La videoconferenza tra Vigili del fuoco e protezione civile

La riunione della Commissione Nazionale Grandi Rischi si è svolta oggi a seguito degli eventi eruttivi sul vulcano Stromboli che continuano a tenere col fiato sospeso la popolazione. Si tratta di una struttura di collegamento tra il Servizio Nazionale della Protezione Civile e la comunità scientifica che ha la funzione di fornire pareri di carattere tecnico-scientifico. Il dipartimento della Protezione Civile è costantemente attivo nell’attività di monitoraggio dello Stromboli in stretto contatto con il sindaco di Lipari Marco Giorgianni, la Regione siciliana, la prefettura di Messina, e i Centri di Competenza impegnati nel monitoraggio e sorveglianza.

Con il passaggio alla fase operativa di preallarme si attiva il livello locale di protezione civile e viene, inoltre, attivato un presidio di livello nazionale sull'isola, presso il Centro Operativo Avanzato - COA in grado di assumere in tempo reale le decisioni in materia di protezione civile previste dal piano. Il personale dei Dipartimento nazionale e regionale di protezione civile, oltre a seguire le attività tecnico scientifiche dei Centri di Competenza, garantirà il raccordo con le strutture operative impegnate e garantirà una corretta informazione alla popolazione.

A tal fine le autorità locali, regionali e comunali, stanno mettendo a punto canali informativi, anche in forma sperimentale, in grado di raggiungere e informare la popolazione in caso di emergenza. Indipendentemente dalle fenomenologie vulcaniche di livello locale, che possono avere frequenti variazioni, persiste una situazione di potenziate disequilibrio del vulcano. Si invita, pertanto, la popolazione presente sull'isola a tenersi informata e ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dalle autorità locali di protezione civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stromboli, sale il livello di allerta da giallo ad arancione: attivata la fase di preallarme

MessinaToday è in caricamento