rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Via Garibaldi, ai commercianti non piacciono gli stalli per i trenini turistici 

“Penalizzano le attività”, dicono e “non consentono di fare carico e scarico delle merci”: la proposta è quella di rendere fruibili le strisce gialle quando non arrivano le navi

La nuova stagione crocieristica, che ieri ha registrato oltre ottomila arrivi in città, ha portato alcune novità nella viabilità di via Garibaldi che non è andata giù a diversi esercenti e cittadini. In prossimità, infatti, dell’arrivo delle navi – sia in via Cesare Battisti che in via Garibaldi - sono stati delimitati degli spazi di sosta dedicati per i cosiddetti trenini turistici e bus scoperti che effettuano le escursioni in città dei turisti. Solo che questa disposizione, effettuata con nota del 22 aprile scorso in base all’ordinanza n. 676 del 15 giugno 2021, non prevede che il pomeriggio o la sera (quando le navi hanno lasciato il porta) chiunque possa parcheggiare per recarsi in un negozio oppure in un locale o nella propria abitazione. La beffa è che appena fuori dagli stalli “turistici” si accostano le carrozzelle con i cavalli che, inevitabilmente, lasciano “ricordi fisiologici” proprio all’esterno delle attività di ristorazione. Se a questo ci aggiungiamo che negli ultimi giorni via Garibaldi è stata interessata anche dai lavori di rifacimento del manto stradale in vista del Giro d’Italia, ecco che i disagi per un parcheggio sono notevolmente aumentati. “La nostra proposta – afferma uno dei commercianti della zona – è quella magari di lasciare la possibilità di posteggiare le auto con soste veloci nel pomeriggio e la sera, quando non ci sono in programma approdi di navi da crociera. Perché da quando è entrata in vigore l’ordinanza la sera c’è sempre il carroattrezzi che ritira auto e scoraggia gli avventori dei locali a consumare anche un veloce aperitivo”. I commercianti lamentano anche la soppressione degli spazi per lo scarico e il carico della merce. “Sarebbe sufficiente che ci lasciassero la possibilità di scaricare la merce nelle prime ore del mattino o del pomeriggio, altrimenti non sappiamo come rifornire i locali”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Garibaldi, ai commercianti non piacciono gli stalli per i trenini turistici 

MessinaToday è in caricamento