rotate-mobile
Cronaca

Viabilità e isola pedonale, la parola ai commercianti del centro: "Servono correttivi, cali di fatturato fino al 70 per cento"

Alla riunione in prima commissione della IV Municipalità le preoccupazioni del Comitato sui disagi in via dei Mille e Viale San Martino anche per la presenza dei cantieri e i lavori di ForestaMe

Poche ore prima dell’ennesima polemica sui lavori pubblici erroneamente sovrapposti della pista ciclabile e dei sensori di parcheggio sulla Via Dei Mille, martedì 5 dicembre 2023 si è svolta la seduta della I Commissione della IV Municipalità, convocata dal presidente Gianmarco Luzza, nella quale è stato audito il Comitato Commercianti del Centro, in rappresentanza di decine di imprese del viale San Martino e della via dei Mille.

Gli esercenti hanno lamentato, in particolare, i disagi che vivono a causa dell’attuale conformazione dell’isola pedonale di viale San Martino: «Non siamo contrari all’isola pedonale - è il coro unanime che si leva dalla riunione - siamo, tuttavia, contrari a questa attuale gestione per la quale servono dei correttivi».

I vicepresidenti della IV Municipalità, Debora Buda e Antonio Giannetto evidenziano: «l’attuale conformazione dell’isola, ad eccezione dell’imminente boom natalizio, nel restante periodo dell’anno ricorda purtroppo sempre più un semplice “recinto chiuso”, ancora una volta – continuano - ci poniamo in ascolto delle esigenze dei nostri cittadini e commercianti, accogliamo le loro istanze e ci facciamo portavoce presso le sedi opportune al fine di trovare una concreta risposta che possa dare beneficio a tutta la città».

Il Comitato ha informato il civico consesso dei dati impietosi con cali di fatturato fino al 70%: «Siamo consapevoli delle contrazioni determinate anche da Amazon, ma come si spiegano questi cali in esercizi come farmacie o tabacchini? Non può non prendersi atto che – proseguono - tra i vari disagi ci sia anche la predisposizione dell’isola, con la conseguente chiusura al traffico veicolare e la scarsa attrattività delle zone. Il disagio per noi è forte anche sulla Via dei mille, ormai diventata un “parcheggificio” con soli 60 commercianti rimasti in trincea e centinaia di botteghe sfitte. Oggi la situazione – concludono - è ulteriormente compromessa dalla presenza degli infiniti cantieri cittadini e dai lavori di ForestaMe, che hanno sottratto centinaia di posti auto ai Messinesi»

Intervengono i consiglieri Andrea Migliardo e Nicola Lauro: «la chiusura definitiva del Viale San Martino, senza la contestuale riqualificazione – affermano - porterà il commercio cittadino ad una lenta agonia e alla perdita di posti di lavoro, è inaccettabile».

«Noi consiglieri comprendiamo le difficoltà dei commercianti messinesi – dichiarano i consiglieri Cristina Costanzo, Domenico Gabriele Ferrante e Renato Coletta - e proprio per questo, già nei mesi scorsi, abbiamo avviato delle interlocuzioni con la Camera di Commercio, proponendo una serie di iniziative, ma c'è ancora molto da fare – aggiungono - per cui  saranno necessari altri momenti di dialogo e un tavolo tecnico allargato, su quel che accade oggi, ma anche sul futuro di tali modifiche viabili, come sulla restante porzione del Viale San Martino».

Il presidente di Commissione Gianmarco Luzza in conclusione «ribadisco l’importanza della questione, che se mal gestita potrebbe diventare un disastro del tessuto economico e sociale della città, motivo per cui convocherò un altro incontro dopo le festività natalizie, per tenere accesi i riflettori e provare a trovare soluzioni più adatte a tali problematiche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viabilità e isola pedonale, la parola ai commercianti del centro: "Servono correttivi, cali di fatturato fino al 70 per cento"

MessinaToday è in caricamento