rotate-mobile
Cronaca

Viadotto Ritiro, il Cas a colloquio con il sindaco: c'è l'impegno per ridurre i tempi

A Palazzo Zanca il confronto tra Basile e il direttore generale del Consorzio autostrade siciliane Franco Calogero Fazio. Priorità assoluta alla macchina tecnica e amministrativa che ruota attorno all'opera di cui si attende l'ultimazione da più di dieci anni

Palazzo Zanca riaccende i fari sul viadotto Ritiro, in attesa che gli attori interessati vengano convocati in commissione Viabilità così come richiesto dal consigliere Libero Gioveni. Stamane il sindaco Federico Basile ha incontrato  il direttore generale del Consorzio autostrade siciliane Franco Calogero Fazio. Alla riunione hanno preso parte il vicesindaco Salvatore Mondello e il direttore generale del Comune di Messina Salvo Puccio per affrontare le tematiche relative all'opera e ai cronici ritardi del cantiere gestito da Toto Costruzioni.

Al centro del confronto, lo stato lavori dell’infrastruttura considerata nodo strategico, ancor più in vista del Ponte sullo Stretto, e sulla quale grava un lunga tempistica per la consegna dell’opera. Sindaco, Vicesindaco e Direttore hanno ribadito ancora una volta l’importanza che il viadotto riveste già nell’ambito della mobilità urbana ed extraurbana della Città oltre che essere un’arteria autostradale primaria che permette a chi arriva a Messina dallo Stretto di dirigersi verso Palermo e Catania. Il direttore Fazio, consapevole dei ritardi accumulati per la consegna dell’opera ha assicurato, considerando il suo recente insediamento, di avere dato assoluta priorità alla macchina tecnica e amministrativa che ruota attorno al viadotto Ritiro per accelerare la tempistica dell’iter dei lavori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viadotto Ritiro, il Cas a colloquio con il sindaco: c'è l'impegno per ridurre i tempi

MessinaToday è in caricamento