Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ladri in azione in un appartamento: il video del furto

In manette due giovani pregiudicati messinesi. Le telecamere di sicurezza hanno ripreso tutte le fasi del colpo e aiutato le indagini dei carabinieri

 

Giovani, ma già esperti ladri d'appartamento con alle spalle una pericolosa sfilza di reati contro il patrimonio.

Questo l'identikit dei due malviventi arrestati dai carabinieri in seguito alle indagini su un furto in abitazione commesso ad inizio settembre. Grazie alle immagini delle telecamere di sicurezza, i carabinieri hanno identificato i due autori ripresi mentre mettevano a soqquadro il soggiorno di una casa di un 39enne.

Nei guai due giovani di 31 e 26 anni,ritenute responsabili in concorso tra di loro dei reati di tentato furto in abitazione e furto in abitazione.

Gli elementi raccolti dai militari dell’Arma hanno consentito non solo di individuare i due arrestati come i responsabili del furto ma anche di attribuire loro la responsabilità di un altro colpo tentato in un'abitazione di un 44enne e due furti perpetrati nelle abitazioni di un 56enne e di una 51enne.

I carabinieri sono riusciti a recuperare quasi tutta la refurtiva, restituendola ai legittimi proprietari.

Infine le indagini hanno evidenziato, così come riportato dall'ordinanza del gip, che i due destinatari del provvedimento restrittivo, entrambi pregiudicati, “risultano dediti alla commissione di reati contro il patrimonio in maniera sistematica”.

Dagli elementi raccolti emerge inoltre l’“allarmante professionalità delinquenziale” degli indagati che ha indotto il gip a sottoporre gli arrestati alla misura di massimo rigore, ritenuta come unica “adeguata tutela” delle esigenze cautelari ritenute “gravi e attuali”

Al termine delle operazioni gli arrestati sono stati condotti nel carcere di Gazzi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento