Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Lei si rifugia dai suoceri per sfuggire alla violenza, lui sfonda la porta a sprangate

Notte di follia in un condominio di Messina. La lite sarebbe nata per questioni economiche. L'uomo avrebbe aggredito la moglie e la sorella prima di essere bloccato dalla polizia e arrestato

Una banale lite per questioni economiche ha rischiato di trasformarsi in tragedia.

Marito e moglie iniziano a discutere, lui spintona lei fuori insieme al figlio minore fuori dall'abitazione e poi la insegue per le scale. La donna, terrorizzata si rifugia a casa dei suoceri insieme alla cognata e ai nipotini. L'uomo tenta quindi di farsi aprire la porta e al rifiuto delle due donne tenta di sfondarla colpendola ripetutamente con un treppiedi in ferro.

Avvertendo le urla e il forte rumore provocato dai colpi, qualcuno chiama la polizia. 

Quandogli agenti arrivano trovano le due donne ancora terrorizzate e barricate in casa. Sulla porta erano evidenti invece i segni di forzatura con calcinacci e altri pezzi del rifascio del portone sparsi sul pianerottolo.

Raggiunto il responsabile, un 43enne messinese,  e sequestrato l’oggetto con cui la porta era stata quasi del tutto scardinata, i poliziotti hanno proceduto all’arresto. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, l'uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in un'altra abitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lei si rifugia dai suoceri per sfuggire alla violenza, lui sfonda la porta a sprangate

MessinaToday è in caricamento