Milazzo, violenze sessuali e botte anche davanti alla figlia minore: arrestato

Picchiava la moglie e la minacciava di morte. Domiciliari emessi dal Tribunale di Barcellona su indagini coordinate dal sostituto Caiazzo e dal procuratore Crescenti. I retroscena

Picchiava la moglie, la minacciata di morte e la costringeva a subire rapporti sessuali. Violenze che sarebbero state perpetrate anche alla presenza della figlia minore. Con queste accuse choc i carabinieri della compagnia d Milazzo guidati dal capitano Valentino Adinolfi, hanno arrestato ieri pomeriggio un giovane ventiseienne milazzese ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale.

I militari hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari (diversi da quelli in cui vive la donna che si è trasferita in altro luogo), emessa dal Tribunale di Barcellona su indagini coordinate dal sostituto procuratore Sarah Caiazzo e dal procuratore Emanuele Crescenti.

L’attività investigativa è partita da una denuncia querela della persona offesa, presentata il 14 gennaio scorso alla Procura della Repubblica. I carabinieri di Milazzo hanno ricostruito un ambiente domestico sconcertante nel quale – secondo quanto riportato nel fascicolo – la donna è stata costretta a vivere per anni. Nessuna possibilità di replica le è stata mai concessa dal compagno, con il quale conviveva dal 2013 a seguito della nascita della figlia: la donna infatti, sarebbe stata forzata a subire rapporti sessuali, percossa e minacciata di morte anche alla presenza della figlia.

Potrebbe interessarti

  • Murales di Dania Mondello, spuntano le pale di fichi d'india all'Annunziata

  • Vigilia degli esami, la lettera più bella di un docente ai suoi studenti

  • Neurochirurgia, torna a Messina il professore Marc Sanson

  • La residenza dorata di Malatto a Portorosa, Articolo Uno chiede l'intervento del Guardasigilli

I più letti della settimana

  • Granita messinese, cinque migliori bar-pasticceria in cui gustarla in città

  • “I medici insultano gli infermieri sul web”, è scontro fra i soccorritori del 118

  • “Si è sacrificata per tutti”, l'addio al Duomo per Martina Carbonaro

  • Vigilia degli esami, la lettera più bella di un docente ai suoi studenti

  • Paura alla fermata del tram, fiamme e colonna di fumo: sul posto la polizia

  • Panico in tangenziale, incendio lambisce la strada al passaggio delle auto

Torna su
MessinaToday è in caricamento