Cronaca Taormina

Inammissibile il ricorso Impregilo, stoppato il decreto ingiuntivo al Comune di Taormina

Già il tribunale civile di Messina infatti con la sentenza di primo grado aveva accolto l’opposizione. Ma la controversia resta pendente in Corte d'appello

Arrivano buone notizie per il Comune di Taormina.

La Corte di appello di Messina ha rigettato l’impugnazione proposta da Imprepar nei confronti della sentenza del tribunale civile di primo grado numero 1597/2019 in riferimento ad un richiesto pignoramento di quasi 25 milioni per il lodo parcheggi.

Il tribunale civile di Messina infatti con la sentenza di primo grado aveva accolto l’opposizione che il comune di Taormina aveva proposto annullando il decreto ingiuntivo ottenuto da Imprepar-Impregilo nei confronti dell’Amministrazione comunale per un importo di 24.692.459 euro.

La sentenza d’appello conferma quella di primo grado, sicchè il decreto ingiuntivo in questione rimane privo di effetti.

A darne notizia lo stesso sindaco di Taormina Mario Bolognari che precisa come "l’esito in questione, per quanto rilevante, non conduce a una completa definizione della controversia essendo tuttora pendente innanzi la corte d’appello di Messina, ove verrà discusso a febbraio 2023, il secondo giudizio di riassunzione conseguente alla seconda sentenza della Cassazione favorevole alla Amministrazione comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inammissibile il ricorso Impregilo, stoppato il decreto ingiuntivo al Comune di Taormina
MessinaToday è in caricamento