Cronaca Centro / Zona Falcata

Cinquecento messinesi "in marcia" per riprendersi la zona falcata

Ieri l'iniziativa di Vento dello Stretto e Zda. Grande partecipazione alle visita guidata organizzata. Per un giorno la città riconquista la Real Cittadella. Avviata una raccolta firma e un concorso fotografico

Per un giorno la Real Cittadella e l'intera zona falcata è stata restituita ai messinesi. Merito dell'iniziativa organizzata dal movimento Vento dello Stretto e di Zda, della Onlus Fare Verde e del network di associazioni denominato Zona d’Arte-Zona falcata.

Una visita guidata alla scoperta di una delle zone più suggestive della città che da decenni si trova in condizioni di degrado e assoluto disinteresse.

In 500 hanno potuto apprezzare i tesori che la Falce nasconde e svelati per un giorno dal professore Franz Riccobono. Mentre l'ex consigliere comunale Piero Adamo ha ricordato l'importanza di far nascere una consapevolezza sulle condizioni in cui versa l'intera zona e sulle possibili risorse da sfruttare.

La petizione per il trasferimento dell'autoparco della polizia

Gli organizzatori, durante la giornata, hanno comunicato l'avvio di una petizione per chiedere il trasferimento dell'autoparco della polizia che occupa proprio una parte della zona falcata. Un controsenso se si pensa che pochi metri più avanti l'Autorità portuale ha provveduto alla demolizione di manufatti che per le loro caratteristiche sarebbero dovuti essere realizzati altrove.

Per aderire alla raccolta firme basterà contattare il network Zda o presentarsi direttamente in sede

Il concorso fotografico

Chi ama fotografare, invece, potrà partecipare al concorso indetto da Zda. Basterà scattare una foto ambientata nella zona falcata e inviarla entro il 20 novembre all'indirizzo calendariozancle2020@gmail.com. Gli scatti selezionati, dal fotografo Gianmarco Vetrano,  andranno a comporre il calendario Zda-Zancle 2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinquecento messinesi "in marcia" per riprendersi la zona falcata

MessinaToday è in caricamento