rotate-mobile
Cronaca

Insulti razzisti durante la partita, quella reazione di Zoro che aprì un caso

Non solo Maignan, nel 2005 il difensore ivoriano bloccò Messina-Inter dopo i cori offensivi provenienti dal settore ospiti

Non solo Maignan. Sono stati diversi i calciatori che hanno detto no agli insulti razzisti subiti durante una partita. E la reazione di sabato scorso del portiere del Milan, allo stadio "Friuli" di Udine, riporta alla memoria l'episodio che ha visto protagonista il difensore del Messina Marco Andrè Zoro. Nel novembre 2005 il calciatore ivoriano ha fermato il gioco durante il match con l'Inter dopo aver sentito alcuni ululati provenire dal settore ospite del"San Filippo". Un gesto istintivo che vede Zoro prendere in mano il pallone e dirigersi verso gli spogliatoi. A compagni, avversari e arbitro spiega il motivo del suo comportamento e solo dopo qualche minuto decide di proseguire, nonostante tutto. Una reazione forte che in pochi giorni finisce su giornali e tv di tutto il mondo.

A distanza di quasi vent'anni nessuno avrebbe voluto assistere ancora a una scena simile. Ma gli stadi, evidentemente, continuano ad ospitare persone che nulla hanno a che fare con il calcio, l'educazione e il rispetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti razzisti durante la partita, quella reazione di Zoro che aprì un caso

MessinaToday è in caricamento