Sabato, 13 Luglio 2024
Tradizioni gastronomiche

Troppo buoni i "Pumadoru sicchi": ecco la ricetta messinese

Tutto il procedimento da seguire per una conserva impeccabile

Come contorno, come antipasto o per condire i panini, chi può resistere ai "pumadoru sicchi" ovvero ai pomodori secchi? Si tratta di una tradizione antica tramandata di generazione in Sicilia e molto diffusa nel Messinese.Vediamo insieme come realizzarle secondo la ricetta classica da preparare durante il periodo estivo.

Ingredienti

2kg di pomodori San Marzano

4 spicchi d’aglio 

Origano quanto basta

Olio extra vergine di oliva quanto basta

Sale quanto basta

Procedimento

Si parte dai pomodori che vanno lavati, asciugati e tagliati a metà. La consuetudine vuole che l'essiccazione avvenga al sole e dunque in maniera naturale. Questi vanno disposti in una teglia o in una cassetta di legno  e ricoperti con una spolverata non troppo eccessiva di sale. Si procede con tutti i pomodori disposti nelle diverse cassette. Una volta ultimata questa parte del lavoro bisogna dare una seconda spolverata di sale poichè  il sale favorisce l'eliminazione  dell'acqua in eccesso.   

Quindi lasciare  essiccare per tre  o quattro giorni. Quando questi risultano pronti  si sciacquano con acqua tiepida e  vanno asciugati con un panno e poi riscaldati al forno per 5 o 10 minuti al massimo a  180°. Una volta pronti e usciti dal forno lasciare raffreddare. A parte  preparare aglio tagliato a pezzettini e  origano. Condire i pomodori con questo preparato e con un filo di olio. Trasferirli poi nei barattoli e aggiungere l'olio affinchè i pomodori siano completamente immersi. 

Appoggiare i  tappi nella parte superiore dei barattoli  senza chiuderli e controllare, per almeno due giorni , che i pomodori siano sempre completamente immersi nell'olio  in caso contrario è necessario aggiungerlo.  Passati due e tre giorni i contenitori vanno chiusi con gli appositi tappi e vanno conservati in luogo fresco e buio per almeno 30 giorni. La vostra conserva è pronta buon appetito!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo buoni i "Pumadoru sicchi": ecco la ricetta messinese
MessinaToday è in caricamento