Cucina

Ricetta pasta alla norma, la “siciliana” più amata dagli italiani

Ingredienti semplici, estivi ma buona per tutte le stagioni. Sembra che il nome lo abbia dato il commediografo Nino Martoglio che ne paragonò la bontà al capolavoro di Bellini

Maccheroni conditi con salsa di pomodoro e l’aggiunta di melanzane fritte, ricotta salata grattugiata e basilico fresco. E’ la pasta alla Norma, specialità gastronomica siciliana preferita dagli italiani. E’ stata eletta piatto dell’anno alla quarta edizione del Bit Tourism Award, manifestazione collaterale alla Bit, la Borsa internazionale del Turismo di Milano. Ha superato anche la bistecca alla fiorentina e i pizzoccheri.

Negli anni c’è stata una disputa mai risolta sulle origini: se il piatto è nato a Catania o a Messina. Sembra comunque che il nome lo abbia dato Nino Martoglio (1870-1921), commediografo catanese che davanti al piatto di pasta esclamò: “Chista è ‘na vera Norma!“, ad indicarne la bontà paragonata al capolavoro di Bellini, al quale è dedicato il Teatro Massimo di Catania.

Alcune versioni prevedono la ricotta infornata, formaggio tipico del messinese, il cui sapore cambia decisamente da quella salata, è infatti più dolce e con un gradevole fondo di nocciola. Su una cosa sono tutti d’accordo: non può mancare il basilico.

Occorrono per 4 persone

Pomodori pelati g 500, maccheroni o pennette rigate g 400, ricotta salata g 200, 2 melanzane medie, 2 spicchi d’aglio, basilico (10-12 foglie), sale, pepe e olio extra vergine di oliva

Lavate e tagliate a fette le melanzane. Salate e lasciate spurgare un’oretta preferibilmente con un peso sopra. Intanto fate dorare l’aglio nell’olio e aggiungere la salsa di pomodoro. Cuocete a fuoco lento per circa 20 minuti. Passateli al setaccio, rimettete sul fuoco per fare addensare e quando avrete spento aggiungete le foglie di basilico. Sciacquate le melanzane, asciugatele e friggetele in olio di oliva ben caldo ma non bollente, fino a dorarle.
Con la carta assorbente eliminate l'olio in eccesso. Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata e grattugiate la ricotta salata in modo grossolano, mettendola da parte.

Mentre la pasta cuoce, tagliate a listerelle le melanzane fritte e fate insaporire in una padella assieme a qualche cucchiaio di sugo di pomodoro. Quando la pasta sarà al dente, scolatela ed unitela al condimento in padella. Fate saltare un minuto e poi servite ricoprendo la pasta con il restante sugo di pomodoro, qualche fetta di melanzana intera, la ricotta salata grattugiata, e foglioline di basilico fresco.

Buon appetito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricetta pasta alla norma, la “siciliana” più amata dagli italiani

MessinaToday è in caricamento