Cucina

Buon pranzo con lo sciusceddu

Piatto tipicamente messinese, delicato ma nello stesso tempo saporito. Viene preparato tradizionalmente per il pranzo di Pasqua ma va bene per tutte le occasioni anche come piatto unico

Lo sciusceddu o ciuscello è un primo piatto tipicamente messinese, molto particolare, delicato ma nello stesso tempo saporito. Viene preparato tradizionalmente per il pranzo di Pasqua ma  va bene per tutte le occasioni anche come piatto unico.

Sono inuscole polpettine cotte in un brodo leggero e poi ricoperte dalla “conza”, crema di ricotta, formaggio e uova che, con il calore del forno, formerà una leggera crosticina dorata mantenendo una consistenza interna simile a quella di un soufflé.

Occorrono:

1 kg di carne da brodo, 600 gr. di tritato, 1 kg di ricotta fresca, 14 uova, 300 g. di parmigiano, 100 gr. Di pan grattato, 2 carote, 1 costa di sedano, 1 cipolla, 1 pomodoro maturo, prezzemolo, pepe nero

Preparate un buon brodo con la carne, le carote, il sedano la cipolla e il pomodoro.

Impastate il tritato con cinque uova, 100 gr. di parmigiano, il pan grattato, il prezzemolo e fomate delle polpettine grosse quanto nocciole.

Filtrate il brodo e versateci le polpettine e la carne sfilacciata facendo cuocere per circa mezz’ora. Sbattete le rimanenti uova col parmigiano ed una presa di pepe nero: tagliate a tocchetti la ricotta, unitela alle uova, sbattete e versate il tutto nel brodo bollente.

Fate cuocere fino a quando le uova si saranno rapprese, senza mescolare, ma scuotendo il tegame di tanto in tanto. I convitati attendono con impazienza questo piatto tipico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buon pranzo con lo sciusceddu

MessinaToday è in caricamento