rotate-mobile
Ricette

Un pezzo della rosticceria messinese unico: prepariamo il San Daniele

La ricetta passo dopo passo

Avete mai provato a preparare i San Daniele messinesi in casa? Golose sfoglie di rosticceria ripiene con prosciutto e formaggio, irresistibili quelli casalinghi. Ecco come prepararli.

Ingredienti

Pasta sfoglia

Farina 00 180 g
Burro 100 g
Acqua fredda 70 g
Sale q.b.


Per il ripieno
prosciutto cotto 200 g 
formaggio  pasta filata 300 g di
1 uovo.

 Preparazione

In un contenitore bisogna porre  30 grammi di farina  e il burro tagliato a pezzi mescolare il tutto, con spatola, fino a quando il burro non avrà assorbito la farina. Poi bisogna mettere il preparato tra due fogli di carta forno bisogna stendere con mattarello e dare forma di un rettangolo e mettere in frigorifero. In altro contenitore bisogna invece mettere la farina rimasta aggiungere acqua e sale e formare un panetto che va steso con il mattarello creando la forma di un rettangolo.

A questo punto bisogna prendere il panetto dal frigo e porlo al centro della sfoglia appena preparata  appiattendolo fino ad avere  lo stesso spessore della sfoglia chiudere le estremità  stendere con mattarello per ottenere rettangolo. Bisogna poi girare il rettangolo  per avere la parte verso di voi, si ripiega il lato di destra fino al centro e ripetere la stessa operazione con quello di sinistra, chiudete la pasta sfoglia a libretto, bisogna metterla in frigo per 30 minuti. Questa operazione si ripete tre volte. Trascorso il tempo necessario la pasta sfoglia va assottigliata con mattarello e ancora vanno ripiegati i bordi verso centro e poi a libretto.

Preparata la pasta sfoglia si passa alla creazione dei San Daniele.Va sicuramente stesa la pasta sfoglia , ma non troppo sottile, dividendola in quadrati . Al centro porre prosciutto e formaggio precedentemente tagliati chiudere la pasta creando i San Daniele A  forma triangolare, chiudere i bordi e porli in una teglia ricoperta di carta forno e spennellare con uovo sbattuto. Vanno poi infornati per 20-25 circa a 180 °. Non appena si raggiungerà la doratura desiderata si possono servire ben caldi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pezzo della rosticceria messinese unico: prepariamo il San Daniele

MessinaToday è in caricamento