Economia

L'Atm contro gli autisti che fanno poco straordinario

La denuncia dei sindacati che puntano il dito contro i provvedimenti dell'azienda trasporti. "Si scaricano i disastri gestionali sui lavoratori, una tattica per giustificare alla città il chiaro fallimento nei servizi pubblici"

Acque agitate in Atm. L'azienda sarebbe, infatti, pronta a prendere provvedimenti contro gli autisti che nell'ultimo periodo non hanno effettuato ore di straordinario. A denunciare la vicenda sono Filt Cgil,  Uiltrasporti e Cub. I sindacati stigmatizzano l'atteggiamento dell'azienda di via La Farina che, con una nota firmata dai commissari liquidatori, lamenterebbe la scarsa partecipazione dei propri autisti ad aderire all'invito di fare più ore di straordinario. 

L'azienda si era infatti rivolta al personale viaggiante, invitandolo a maggiori sacrifici per sopperire alla carenza di organico. Un appello rimasto quasi del tutto inascoltato. E così la direzione annuncia di assumere "le necessarie determinazioni in ordine alla turnazione". Tutto questo per ottimizzare il servizio. 

Ma secondo Filt Cgil, Uiltrasporti e Cub le cose non stanno così.  "L'azienda non dice - continuano i sindacati - che dai dati gli scenari sono ben altri e solo nella giornata di ieri , venerdì , si è toccato il massimo storico in Atm con 245. ore di servizio straordinario tra gli autisti e questo nonostante siano stati immessi in servizio 11 dei nuovi assunti . E sabato , anche per garantire il servizio al concerto di Pausini e Antonacci si sforeranno le 260 ore di lavoro straordinario . Pertanto - secondo Filt Cgil Uiltrasporti e Cub -  non sappiamo a quali dati facciano riferimento i commissari liquidatori per lamentare poca collaborazione del personale autista perché oltre queste cifre c'è solo la schiavitù. Siamo alle solite,  in Atm se il servizio non funziona la colpa è sempre dei lavoratori".

I sindacati chiedono, dunque, un chiarimento ai vertici Atm. "Ricordiamo che il lavoro straordinario non è un obbligo ed è vincolato a limiti ben precisi imposti dalla normativa di legge e dal contratto , tali da garantire la sicurezza sul lavoro e per l'utenza . Un lavoro , quello dei conducenti fortemente usurante , specie col caldo estivo e dopo oltre un anno in cui con maggiori prestazioni hanno sopperito alle mancate assunzioni che già dal 2018 erano state richieste a gran voce da queste sigle . Chiediamo in merito alla nota di Atm, formali riscontri sugli intendimenti punitovi 'ventilati' da questa commissione e contestualmente il report mensile del lavoro straordinario complessivo prestato alla guida dagli autisti da gennaio 2019 ad oggi".

"Appare più che ovvio - concludono Fit Cgil, Uiltrasporti e Cub -  che le 30 assunzioni solo da poco concretizzatesi non risultano sufficienti alle carenze oggettive di autisti. Pertanto chiediamo si proceda da subito allo scorrimento dell'intera graduatoria dei 49 candidati risultati idonei . Questa azienda la smetta di cercare altrove i responsabili dei disservizi causati alla città, chieda scusa ai lavoratori , perché i demeriti restano tutti in capo al nuovo management di Atm".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Atm contro gli autisti che fanno poco straordinario

MessinaToday è in caricamento