menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"BonuSicilia", Aiace pronta a intervenire contro la Regione Sicilia

La denuncia del vicepresidente Alberto Maugeri che ha raccolto le voci degli imprenditori delusi dal passo indietro del governo Musumeci dopo la sospensione dell'erogazione delle risorse stanziate in favore delle attività colpite dalla pandemia

Annunciano una class action contro la Regione Sicilia, agendo per vie legali, le imprese siciliane che avevano preso parte al “click day” per l’accesso ai 125 milioni di risorse del “BonuSicilia”, destinate ad alleviare le perdite economiche causate dalla pandemia, ma momentaneamente bloccate dallo stesso assessorato regionale. A farsi portavoce della rabbia e della rassenazione degli imprenditori siciliani l'Associazione Italiana Assistenza Consumatore Europeo. 


"Al netto di ogni considerazione in merito alla disastrosa gestione del “click day” - riferisce il vicepresidente di Aiace, Alberto Maugeri - stupisce e non poco la scelta della Regione Siciliana di sospendere le procedure e di rivedere le “regole del gioco”, in maniera del tutto illegittima e irrazionale ed in violazione del legittimo affidamento delle imprese". 

"Per questo motivo, - prosegue Maugeri - nel censurare severamente l’operato dell’Amministrazione Regionale, Aiace, insieme a diverse imprese, avvierà un’azione collettiva a tutela dei diritti e degli interessi di quanti sono stati colpiti da un esercizio del potere amministrativo molto più che discutibile. A tal riguardo,  l’associazione si è già rivolta all'avvocato Giovanni Francesco Fidone, specializzato in diritto amministrativo e pubblico, che curerà ogni aspetto dell’azione giurisdizionale che sarà avviata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento