rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Economia Capo d'Orlando

Borsa turismo extralberghiero, 20 buyer e 60 espositori a Capo d'Orlando

Fino al 2 ottobre la sesta edizione dedicata alla ricettività. Il presidente di Confesercenti Sicilia, Vittorio Messina: "Bte è diventata una delle rassegne di punta sostenute dalla Regione siciliana. Siamo stati pionieri e i risultati si vedono"

Venti buyers nazionali e internazionali, oltre 60 espositori, seminari su efficientamento energetico, risorse comunitarie riservate alle strutture extralberghiere e strategie per la competitività aziendale. Torna dal 30 settembre al 2 ottobre a Capo d’Orlando la Bte, la Borsa del turismo extralberghiero di Confesercenti Sicilia giunta quest’anno alla VI edizione e dedicata alla ricettività extra alberghiera che sull’Isola conta oltre 6500 aziende: campeggi, B&B, case vacanza, imbarcazioni da diporto, glamping. Insomma, tutto ciò che si muove al di fuori dall’hotellerie e che negli ultimi 10 anni ha costituto l’ossatura dello sviluppo turistico della Sicilia e di un turismo sempre più di tipo esperienziale.

Ad aprire la nuova edizione della Borsa, sarà la presidente nazionale di Confesercenti, Patrizia De Luise; insieme al presidente nazionale di Assoturismo Confesercenti e regionale di Confesercenti, Vittorio Messina; all’amministratore delegato di Enit Roberta Garibaldi; e agli assessori regionali uscenti Salvatore Cordaro (Territorio e Ambiente), Mimmo Turano (Attività produttive) e Manlio Messina (Turismo).

"La Bte conferma l’attenzione del sistema Confesercenti alle attività economiche e, in particolare, allo sviluppo delle potenzialità turistiche del Paese - commenta la presidente nazionale di Confesercenti Patrizia De Luise -. Il turismo è un volano anche per le attività di vicinato, elemento chiave per le economie locali e la vitalità delle città, presidi culturali, sociali ed economici che definiscono l’identità dei nostri centri urbani e distribuiscono ricchezza sul territorio. Per questo, tra contributi diretti, indiretti e indotti, il comparto turistico vale circa il 13% del nostro Pil e dà lavoro a 3 milioni di persone: una filiera su cui puntare, e che, in questa fase difficile, può dare un sostegno decisivo all’economia del Paese".

"Sesta edizione e per il secondo anno a Capo d’Orlando, con le modalità di sempre: B2B tra buyers internazionali e aziende e una grande area Expo visitabile anche dal pubblico esterno – dice il presidente di Confesercenti Sicilia, Vittorio Messina – La Bte è diventata una delle rassegne di punta sostenute dalla Regione siciliana. Nell’extralberghiero insieme alla Regione siamo stati pionieri e i risultati si vedono: in questi anni oltre 600 aziende hanno rafforzato il proprio brand e stretto rapporti commerciali con agenti di viaggio e operatori turistici di tutto il mondo grazie a Bte. Ma soprattutto, sono nati percorsi formativi e network aziendali che consentono di migliorare l’offerta raggiungendo alti standard qualitativi e di affidabilità".

Risultati ancora più importanti dopo lo shock determinato dalla pandemia. Di network e filiere si occuperà la ricerca di apertura di quest’anno a cura dell’Otie, Osservatorio sul turismo dell’economia delle isole. E tra i focus della giornata inaugurale ci sarà anche uno studio sui numeri e la crescita del cicloturismo in Sicilia. Infine, un focus su 'Sicilia e destination branding'. "In questi anni abbiamo capito quanto sia necessario per le strutture che operano nell’extralberghiero riuscire ad avere momenti di confronto, formazione e analisi dice il direttore regionale di Confesercenti Michele Sorbera - per potere crescere e compiere le giuste scelte, specialmente con una congiuntura economica che per il terzo anno si preannuncia complicata e incerta a causa dell’inflazione e dell’aumento del costo di materie prime e energia".

Non a caso tra gli stand di quest’anno ci saranno Innova Energia, consorzio gas e luce, e anche G-Power con la possibilità per le imprese partecipanti di simulazioni gratuite sulla propria azienda rispetto ad investimenti e risparmi con l’utilizzo di energia solare. Più di 60 tra enti e aziende i partecipanti ad ExpoBte per proporre la propria offerta in termini di valorizzazione del territorio o di prodotti/servizi rivolti al mondo dell’extralberghiero. In mostra anche i sistemi degli Enti Parco. I buyers di quest’anno provengono da Repubblica Ceca, Cipro, Regno Unito, Germania, Italia, Bulgaria, Ucraina, Portogallo, Stati Uniti e Francia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borsa turismo extralberghiero, 20 buyer e 60 espositori a Capo d'Orlando

MessinaToday è in caricamento