Domenica, 19 Settembre 2021
Economia

Camera di Commercio e Comune verso l’integrazione dei servizi alle imprese, si punta a far crescere la piattaforma telematica

Sono 70 i comuni che utilizzano l’applicativo sviluppato dal sistema camerale per la gestione dei procedimenti di competenza del Suap, Blandina: “Oggi più che mai la semplificazione amministrativa è imprescindibile per il mondo imprenditoriale”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

“Lo Sportello unico per le attività produttive è un servizio nato per semplificare i rapporti tra impresa e pubblica amministrazione, nell’ottica di una sempre maggiore e auspicabile sburocratizzazione, e costituisce l’unico punto di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano a oggetto l’esercizio di attività produttive».

Così il presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina, nell’introdurre i lavori del focus “Suap: Camera di commercio e Comune verso l’integrazione dei servizi alle imprese. Una pubblica amministrazione più vicina alle aziende è un valore per tutti”, svoltosi questa mattina al Palazzo camerale. «La Camera di commercio svolge il ruolo di supporto e coordinamento di tutte le attività telematiche relative allo Sportello unico - prosegue Blandina - e di interlocutore unico delle imprese, in nome e per conto di tutti gli Enti pubblici competenti nel rilascio di concessioni e autorizzazioni. Oggi più che mai la semplificazione amministrativa è imprescindibile per il mondo imprenditoriale».

A oggi, 70 Comuni della provincia, compreso quello della città, utilizzano l’applicativo informatico sviluppato dal sistema camerale per la gestione dei procedimenti di competenza del Suap. Attraverso impresainungiorno.gov.it, l’utente individua il Suap di riferimento e viene instradato verso la componente informativa e operativa del front office: Messina è l’unica città metropolitana ad avere la piattaforma telematica collegata al portale.

«Quello di oggi è il primo passo di un percorso che il Comune intende avviare con la Camera di commercio – afferma l’assessore comunale alle Attività produttive, Dafne Musolino - nell’ottica di una sempre maggiore sinergia tra Enti. Le attività produttive sono il settore propulsivo del nostro territorio e della nostra città, nonostante le difficoltà nelle quali sono costrette a operare. Sono imprenditori coraggiosi, a volte sognatori, che hanno scelto di non andare via, dimostrando il loro forte attaccamento alla propria terra. Il Comune vuole impegnarsi sempre di più per offrire un servizio rispondente pienamente alle loro esigenze».

A Messina, nel I semestre del 2020, sono state lavorate 2120 pratiche. «Il Suap camerale rappresenta la piattaforma telematica maggiormente diffusa e utilizzata a livello nazionale e in Sicilia – afferma la segretaria generale, Paola Sabella – il servizio offre un'infrastruttura tecnologica articolata, grazie alla quale le imprese possono gestire tutte le vicende amministrative riguardanti la propria attività produttiva, e costituisce l’unico punto di accesso per il richiedente, fornendo una risposta unica e tempestiva. La Camera di commercio di Messina rende disponibile, in caso di sottoscrizione della convenzione, servizi di formazione e di assistenza collegati all’utilizzo dell’applicativo in relazione all’avvio della procedura di autenticazione, all’accesso alla scrivania virtuale e all’affiancamento per le procedure telematiche tramite il responsabile del Suap camerale».

L’ultimo Comune ad aver aderito è quello di Villafranca Tirrena.

Nel corso del Focus, sono intervenuti anche Salvatore Giustiniani, responsabile Area Sud di Infocamere, e Edilio Aterno, focal point Suap di Infocamere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camera di Commercio e Comune verso l’integrazione dei servizi alle imprese, si punta a far crescere la piattaforma telematica

MessinaToday è in caricamento