Shopping etico ed ecosostenibile, nasce il portale di commercio online dedicato ai negozi messinesi

A presentare l’idea, sviluppata da Connessioni-Digital Hub, start up under 30 finanziata dal programma europeo “Resto al Sud”, i promotori dell’iniziativa Guglielmo Sidoti e Federico Fotia

Una vetrina digitale che accorcia le distanze fra commercianti e cittadini rendendo lo shopping etico ed ecosostenibile per la città di Messina. Sarà presentato martedì 17 novembre alle 10 presso la Sala della Consulta della Camera di Commercio “Smart Shop”, il portale di commercio online dedicato ai negozi messinesi per contrastare gli effetti della crisi economica dovuta al periodo emergenziale che stiamo vivendo, ma non solo.

A presentare l’idea, sviluppata da Connessioni-Digital Hub, start up under 30 finanziata dal programma europeo “Resto al Sud” i promotori dell’iniziativa Guglielmo Sidoti e Federico Fotia.

Hanno già confermato la propria presenza il sindaco Cateno De Luca, l’assessore alle Attività Produttive Dafne Musolino, il presidente della Camera di Commercio Ivo Blandina, il presidente di Confcommercio Carmelo Picciotto, il presidente di Confartigianato Alessandro Allegra e il presidente di Confesercenti Alberto Palella.

Con “Smart shop” si vuole dare a tutti gli esercenti messinesi la possibilità di immettere la propria azienda in una vetrina digitale inserendo tutti i negozi in un unico circuito web attraverso cui “esporre” la propria merce che sarà acquistabile da tutti i clienti utilizzando comodamente una app e ricevendo la consegna dei prodotti direttamente a casa. Nel percorso di avvicinamento a “Smart Shop” tutti i negozi aderenti saranno affiancati da consulenti specializzati per la realizzazione di una strategia commerciale digitale incentrata sulle potenzialità dell’azienda.

Il consumatore dovrà soltanto iscriversi al portale e grazie a un meccanismo di accumulo bonus e primalità potrà spendere in tutti i negozi messinesi aderenti i buoni accumulati. L’offerta è rivolta a negozi di tutti i generi, anche alimentari, e a tutto il settore della ristorazione. Il covid e tutte le limitazioni imposte dai decreti diventano così non limite ma trampolino di lancio per la digitalizzazione delle piccole medie e imprese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Trovato morto il sub disperso a Maregrosso, il cadavere recuperato dalla Capitaneria di Porto

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Scuole e coronavirus, Comune attacca ancora l'Asp: proroga della chiusura non improbabile

Torna su
MessinaToday è in caricamento