Domenica, 26 Settembre 2021
Economia

Crias, nel 2020 distribuiti oltre 26 milioni a tasso agevolato a 1.142 aziende siciliane

La cassa regionale ha fornito anche liquidità alle imprese colpite dall'emergenza Coronavirus. L'assessore Turano: "Presto il nuovo fondo per la ripresa degli artigiani". Il commissario Perino: "Straordinario lavoro in questa fase di pandemia"

Oltre 26 milioni di euro di finanziamenti dalla Crias nel corso del 2020 per 1.142 imprese siciliane. Sono questi i dati resi noti dagli uffici della Cassa regionale per il credito alle imprese artigiane dopo il via libera a metà dicembre da parte del commissario straordinario Giovanni Perino alle ultime pratiche di finanziamento.

"Quando siamo arrivati tre anni fa - commenta l’assessore alle Attività produttive della Regione Siciliana, Mimmo Turano - abbiamo trovato una Crias quasi bloccata, oggi dopo il grande lavoro di recupero del 2019 possiamo dire di concludere il 2020 con una macchina ormai rodata e a regime realmente vicina alle necessità delle imprese artigiane. Il governo Musumeci ha inoltre già approvato le disposizioni attuative del Fondo per la ripresa artigiani, un nuovo importante strumento gestito dalla Crias che sarà presto a disposizione delle imprese artigiane siciliane".

Nel dettaglio sono state finanziate 52 imprese artigiane con 1,7 milioni di euro euro destinati all'acquisto di scorte o materie prime, altre 80 con 8,1 milioni di euro per il credito a medio termine finalizzato all'acquisto, alla ristrutturazione, alla costruzione di un immobile o l'acquisizione di macchinari e attrezzature, e ben 408 con  8,5 milioni di euro per sopperire alle esigenze finanziarie di gestione dell’azienda. Al resoconto deliberativo vanno aggiunte anche 70 imprese agricole destinatarie di 1,8 milioni di euro e quattro imprese di autotrasporto che riceveranno 160 mila euro.

Soddisfatto anche il commissario straordinario Giovanni Perino: "Debbo ringraziare gli uffici della Crias per lo straordinario lavoro svolto soprattutto in questa fase assolutamente difficile e complicata determinata dalla pandemia". Particolarmente apprezzata dagli imprenditori è stata la linea di credito della Crias partita a giugno con lo scopo di fornire liquidità alle aziende che a causa dell'emergenza sanitaria Covid-19: tutti gli 8 milioni del Fondo Sicilia sono stati impegnati e 528 aziende sono già state finanziate. Il Governo Musumeci su proposta dell’assessore Turano ha approvato recentemente  l’impinguamento di altri 8 milioni della dotazione finanziaria per la concessione da parte della Crias di finanziamenti alle imprese artigiane a valere sul Fondo Sicilia. 

I finanziamenti della linea "Credito di esercizio 2.0" della Crias prevedono un tasso agevolato nei limiti del regolamento de minimis e sono destinati alle imprese operanti in Sicilia iscritte all'albo delle imprese artigiane e hanno lo scopo di fornire liquidità alle aziende che hanno subito un danno economico a seguito dell'emergenza sanitaria. L'importo minimo del finanziamento è di tremila euro e quello massimo di trentamila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crias, nel 2020 distribuiti oltre 26 milioni a tasso agevolato a 1.142 aziende siciliane

MessinaToday è in caricamento