Venerdì, 22 Ottobre 2021
Economia

Ance, Ricciardello: “Edilizia in ginocchio, costruttori pronti a dare il proprio contributo alla città”

Grido d'allarme del presidente dell'associazione costruttori per il crollo del settore documentato negli ultimi 12 anni

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

“L’apertura di un dibattito e di un serio confronto per rilanciare l’area metropolitana di Messina deve essere una esigenza di tutte le forze produttive locali e i costruttori messinesi sono pronti a fare la loro parte”.

Pippo Ricciardello, presidente di Ance Messina, fa sentire la propria voce in rappresentanza degli industriali edili: “Negli ultimi giorni, i media locali hanno visto un susseguirsi di considerazioni da parte di istituzioni, giornalisti, opinionisti, sindacati, associazioni e semplici cittadini, tutti preoccupati per la profondissima crisi dell’economia cittadina. Si tratta di un grido di allarme – sottolinea Ricciardello – che ho più volte lanciato da quando sono alla guida dell’associazione costruttori edili messinesi, apportando dati inconfutabili della flessione di un settore come il nostro che, da sempre, ha costituito un traino nell’economia di qualunque territorio ed, in special modo, dalle nostre parti. In ogni occasione pubblica – continua l’imprenditore brolese – ho ribadito le dimensioni di un vero e proprio crollo registrato ormai da 12 anni, attraverso i numeri forniti dall’ osservatorio privilegiato rappresentato dalla Cassa Edile, ente gestito pariteticamente da datori di lavoro e sindacati, conseguenti soprattutto ad una flessione dei lavori pubblici appaltati e consegnati che continuano ad essere risibili a fronte delle somme stanziate per migliorare la deficitaria dotazione di opere infrastrutturali, manutenzioni, messa in sicurezza del territorio e di edifici strategici per lo sviluppo come scuole, ospedali, depuratori”. 

Ricciardello indica alcune cause della enorme sproporzione tra importi contenuti nei vari strumenti di programmazione e finanziamento ed opere realizzate. “Nel corso di questi anni, la nostra organizzazione ha denunciato pubblicamente in tutti gli ambiti la scarsa concretezza dell’azione politica ed amministrativa a livello nazionale, regionale e locale. Nel recente passato – precisa Ricciardello – abbiamo assistito a eventi pubblici in cui alti esponenti politici hanno presentato mirabolanti piani di investimento, composti, in massima parte, da progetti già in corso di esecuzione oppure sprovvisti del livello di progettazione indispensabile per essere appaltati, causando false aspettative nelle imprese e nei cittadini. Quando poi le amministrazioni locali riescono faticosamente a pubblicare bandi o avvisi, ecco arrivare puntuale la mannaia di una legislazione contraddittoria, elefantiaca, che rimanda a interpretazioni, circolari esplicative, decreti correttivi, bloccando, di fatto, la spesa, grazie anche all’immobilismo di un apparato burocratico terrorizzato ed impreparato di fronte a tanta complessità.

L’Ance ha creato una campagna di comunicazione per monitorare le opere bloccate su tutto il territorio nazionale – afferma Ricciardello –  e promosso altre iniziative per promuovere il mercato privato della riqualificazione sismica ed energetica del patrimonio abitativo, ma anche in quest’ultimo settore dobbiamo combattere con norme contraddittorie che impediscono una reale semplificazione delle procedure”.

Il presidente di Ance Messina chiude con un appello: “I costruttori messinesi sono pronti a dare il proprio apporto a qualsiasi iniziativa che possa indicare soluzioni serie e concrete a questa crisi opprimente che sta, di fatto, depotenziando e spopolando il nostro territorio. E’ indispensabile il coinvolgimento di tutti, dalle istituzioni, ai sindacati, a tutte le organizzazioni di categoria, senza pensare a inutili passerelle ma portando ciascuno di noi innanzitutto il desiderio di contribuire, rispettando i ruoli e le competenze specifiche, ad uno sviluppo reale e duraturo dell’intera città metropolitana. Non c’è tempo da perdere.”

Ance Messina/ Associazione Costruttori Edili 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ance, Ricciardello: “Edilizia in ginocchio, costruttori pronti a dare il proprio contributo alla città”

MessinaToday è in caricamento