Disimpegno di Alitalia in Sicilia, Musumeci incontra il presidente di Airgest 

Il responsabile della società di gestione dello scalo trapanese ha comunicato che già dal primo luglio alcune compagnie riprenderanno i collegamenti tra Birgi e alcune destinazioni nazionali. Domani vertice con Anci sul "preoccupante isolamento" per le scelte della compagnia di bandiera

Il disimpegno di Alitalia dall'aeroporto di Trapani è stato al centro dell'incontro che si è tenuto oggi pomeriggio a Palazzo Orleans tra il governatore Nello Musumeci, l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone e il presidente di Airgest Salvatore Ombra.

Il responsabile della società di gestione dello scalo trapanese ha comunicato al presidente della Regione che già dal primo luglio alcune compagnie riprenderanno i collegamenti tra Birgi e alcune destinazioni nazionali, confermando il proprio impegno per il rilancio dell'aeroporto.

E proprio per domani il governatore Nello Musumeci e il presidente dell'Anci Sicilia Leoluca Orlando hanno concordato di riunire il governo regionale e l'Ufficio di presidenza dell'Associazione dei Comuni alle 11.30 all'aeroporto di Palermo. Al centro dell'incontro il "preoccupante isolamento" della Sicilia determinato dalle "irresponsabili scelte" compiute da Alitalia che rischiano di compromettere la stagione turistica e la stessa ripresa economica dell'Isola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei giorni scorsi, Musumeci era già intervenuto sull'argomento parlando di «ennesimo schiaffo che si aggiunge a tariffe perlopiù inaccessibili e ai voli ancora ridotti in tutti gli scali siciliani, che stanno rendendo impossibile raggiungere l’Isola e partire». Il presidente della Regione aveva parlato di «atteggiamento che, nel pieno della più grave crisi economica del nostra comunità, assume i profili di seria irresponsabilità di cui chiediamo conto innanzitutto al management e al governo nazionale». Musumeci aveva auspicato una presa di posizione del presidente Conte nei confronti di Alitalia, «che dal governo centrale sta ottenendo aiuto oltre ogni legittima misura. In caso contrario, ma conosco la sensibilità del premier, la Sicilia darà vita a proteste clamorose».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento