menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Revocato lo sciopero dei commercialisti dopo l’apertura del Governo, ma l'agitazione a Messina rimane

Incontro il 18 settembre alla sede dell'Ordine. Vito: “Ammettere alle agevolazioni solo i soggetti che hanno perso il 33% del fatturato, vuol dire non tener conto che alle imprese è venuta meno la disponibilità finanziaria”

Revocato lo sciopero dei commercialisti dopo l’apertura del Governo alle richieste di categoria. Un segnale che però non basta ai professionisti messinesi, che cancellano anche il sit in previsto per martedì 15 settembre ma si incontreranno alla sede dell’Ordine venerdì 18 alle 11.

“Ammettere alle così dette agevolazioni – il mero rinvio delle scadenze fiscali – solo i soggetti che hanno perso il 33% del fatturato – vuol dire non tener conto che alle imprese è venuta meno la disponibilità finanziaria, in molti casi anche a fatturato invariato. E, soprattutto, non agevola il lavoro dei commercialisti, anzi li chiama ad uno sforzo aggiuntivo, che vanifica di fatto i rinvii concessi”, conclude il coordinatore regionale dell’Anc- Assoralp Francesco Vito.

La categoria è spaccata sullo stop allo sciopero: soltanto 5 sigle hanno aderito, per le altre l'agitazione deve andare avanti. Anche per questo l'Ordine di Messina, presieduto da Enrico Spicuzza, ha convocato l'incontro di venerdì.

Per i professionisti che vorranno presenziare - visto il contingentamento dei posti in osservanza alle regole dettate dall'emergenza coronavirus - occorrerà prenotarsi presso la sede dell'Ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento