Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Porto, l'Autorità al quarto posto per pagamenti rapidi

Il ministero delle Finanze ha classificato Messina tra gli enti più efficienti nel rispondere alle fatture. De Simone ai saluti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Nuovo motivo di soddisfazione per l’Autorità Portuale è giunta in questi giorni dalla pubblicazione da parte del ministero dell’Economia e delle Finanze della classifica delle pubbliche amministrazioni più efficienti nei pagamenti.

Fra tutte le Autorità portuali italiane Messina, infatti, risulta essere al quarto posto relativamente ai tempi medi di pagamento delle fatture, dimostrando grande tempestività nell’espletamento delle procedure e capacità di rispondere prontamente alle imprese fornitrici di beni e servizi all’Ente con un’iniezione notevole di denaro nel circuito dell’asfittica economia locale. 

“Tutto ciò nonostante una dotazione organica di molto sottodimensionata rispetto alle altre Autorità di Sistema, che grazie alla riforma hanno potuto ampliare molto negli ultimi anni il numero dei propri dipendenti” dichiara - il commissario straordinario De Simone -  il carico di lavoro, cresciuto esponenzialmente per nuove competenze e procedure, è rimasto da noi in carico alle 28 unità che ormai da anni seguono i tre porti di Messina, Milazzo e Tremestieri e portano avanti tutti i nuovi progetti strategici che l’Ente continua a programmare a beneficio non solo del settore marittimo-portuale ma di tutto il territorio”. “Sono orgoglioso di questa ennesima buona notizia che ripaga l’impegno di tutti i miei collaboratori e si affianca agli altri importanti risultati registrati nelle ultime settimane dall’Autorità portuale nei diversi settori di competenza: l’incremento del 20% dei crocieristi in transito a Messina nel 2019 e la crescente attenzione delle compagnie crocieristiche anche per il porto di Milazzo, dimostrata a Miami nel bellissimo stand condiviso con le Autorità di sistema portuali siciliane; il riconoscimento della Zona economica speciale; l’approvando Piano Regolatore Portuale, i tanto attesi interventi di pulizia nella Zona falcata; le opere nel quartiere fieristico e il bando per il nuovo terminal crociere e tanto altro ancora.

"Lascio al mio successore - conclude il commissario - un ente sano ed efficiente che, come ho avuto modo di ripetere in questi anni, rappresenta un valore aggiunto imprescindibile per tessuto economico messinese”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto, l'Autorità al quarto posto per pagamenti rapidi

MessinaToday è in caricamento