Lavoratori in nero o con contratti “pirata”, Fisascat Cisl chiede aiuto all’Ispettorato e alle Forze dell’Ordine

Salvatore D'Agostino e Pancrazio Di Leo chiedo di far luce sui casi in cui alcuni operatori economici potrebbero aver speculato sugli effetti della crisi per sfruttare i dipendenti stagionali: “Tante le segnalazioni”

Salvatore D'Agostino e Pancrazio Di Leo

Una verifica sui contratti di lavoro e le assunzioni dei lavoratori stagionali nei settori turismo e commercio in provincia di Messina. A chiederlo è la Fisascat Cisl di Messina che punta, così, a far luce sui casi in cui alcuni operatori economici potrebbero aver speculato sugli effetti della crisi per sottoporre i lavoratori a condizioni contrattuali non idonee e non disciplinate dal Contratto nazionale sottoscritto dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative. Una denuncia forte, quella del sindacato, indirizzata alle forze dell’ordine e all’Ispettorato del Lavoro.

“La nostra richiesta - si legge nella segnalazione fatta dai vertici della Fisascat Cisl all'Ispettorato del Lavoro e alle forze dell’ordine – scaturisce da continue segnalazioni di lavoratori che risultano avere dei contratti part-time ma svolgono, invece, lavoro full time; da contratti di lavoro che non sono stati sottoscritti dalla organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, che creano così un dumping contrattuale nei confronti di aziende che applicano i giusti contratti di lavoro e da lavoratori che pur essendo collocati in cassa integrazione o altri ammortizzatori sociali sono costretti a prestare la loro prestazione lavorativa nelle aziende”.

La Fisascat Cisl chiede di accertare se vi siano delle situazioni di contratti in nero o di applicazione dei cosiddetti contratti "pirata" con le relative anomalie che interesserebbero, in questi casi, gli addetti ai lavori.

Ci sono tanti lavoratori stagionali del turismo e del commercio non hanno avuto la possibilità di tornare al lavoro e la Fisascat Cisl chiede delle verifiche sulle condizioni in cui stanno lavorando quei pochi che sono di nuovo operativi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nella ristorazione, nel commercio e nei pubblici esercizi la stagione è compromessa ed è iniziata da poco - affermano Salvatore D'Agostino e Pancrazio Di Leo della Fisascat Cisl Messina -, l'occupazione è ai minimi storici e la crisi, purtroppo, colpisce in maniera pesanti tutti. Ma chi lavora ha dei diritti che vanno comunque rispettati. Non possono e non devono esserci casi di sfruttamento, la crisi non può diventare una scusa né l'occasione per cambiare le condizioni contrattuali a vantaggio soltanto del datore di lavoro. Chi lavora ha diritto ad essere retribuito e non devono esserci situazioni di dumping contrattuale o peggio ancora di lavoro nero. Auspichiamo possano esserci le opportune verifiche da parte delle autorità preposte e che se vi sono casi di irregolarità vengano riscontrati e sanzionati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento