Economia

Occupazione suolo pubblico, Interdonato: “Soprintendenza latitante, pronti alla manifestazione di protesta”

L'iniziativa sotto la sede di viale Boccetta dopo che oggi hanno disertato il tavolo tecnico Cosip sulle misure a sostegno dei commercianti in crisi. Parteciperanno anche le associazioni di categoria

“La soprintendenza ai Beni culturali di Messina è latitante”. Commenta senza mezzi termini l'assenza della Soprintendenza al tavolo tecnico Cosip,  il vicepresidente del Consiglio comunale di Messina, Nino Interdonato, per definire le linee guida sugli arredi esterni dei locali commerciali nelle zone sottoposte a vincolo storico monumentale.

Stamane ha dovuto prendere atto “dell'indisponibilità al dialogo da parte dei rappresentanti della struttura intermedia periferica dell'assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana” tanto che ha annunciato una manifestazione di protesta per giovedì prossimo (28 maggio) alle ore 12 insieme alle associazioni di categoria.

L'iniziativa si svolgerà sotto gli uffici della Soprintendenza di Viale Boccetta.  “In un momento storico cosi delicato – ha ricordato Interdonato - in cui i provvedimenti urgenti e straordinari sono essenziali per la sopravvivenza dell’economia, quella locale in particolare, si prende atto dell’atteggiamento della Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina, la quale stamane ha disertato il tavolo tecnico, non tenendo fede all’impegno assunto il 19 maggio scorso. Si sarebbero dovuto definire – ha proseguito il vicepresidente del Consiglio comunale - le linee guida necessarie per l’occupazione suolo nelle aeree ad interesse storico monumentale, al fine di superare gli ostacoli burocratici ed accelerare i percorsi deliberativi messi in cantiere dal Comune di Messina. La misura adesso è oltremodo colma – ha concluso Interdonato - pertanto annuncio per giovedì prossimo alle ore 12 una manifestazione di protesta sotto gli uffici della Soprintendenza siti Viale Boccetta, con occupazione della sede stradale, unitamente alle associazioni di categoria Confocommercio, Confartigianato, Confimprese provinciali d Messina, sottoscrittori della presente formale protesta nei confronti dell'Ente intermedio”.

“A seguito del comunicato stampa sulla loro assenza - fa sapere ancora interdonato - è arrivata una nota tardiva dove si autorizzano le installazioni delle fioriere (unica Città italiana a vietarla) a corredo del perimetro di concessione, e qualche altra riga di burocratese. Ma non consentirò che i ristoratori del centro storico falliscano per la burocrazia e i burocrati”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione suolo pubblico, Interdonato: “Soprintendenza latitante, pronti alla manifestazione di protesta”

MessinaToday è in caricamento