"Sparisce" il divieto: in Sicilia la domenica negozi aperti anche oltre le 14

La decisione di Musumeci è stata resa nota dall’assessore alle Attività produttive della Regione, Mimmo Turano: "Il Dpcm per le regioni ‘arancioni’ impone infatti lo stop nei giorni prefestivi e festivi solamente per le attività poste all’interno dei centri commerciali"

Alla luce dell’ultimo Dpcm, con il presidente Musumeci abbiamo concordato che da oggi decadrà la chiusura obbligatoria di tutte le attività commerciali oltre le ore 14 della domenica”. Lo ha affermato l’assessore alle Attività produttive della Regione Siciliana Mimmo Turano.

“Il Dpcm - ha spiegato Turano - per le regioni ‘arancioni’, impone infatti  la chiusura nei giorni prefestivi e festivi solamente per le attività poste all’interno dei centri commerciali, lasciando aperte tutte le altre”.

Proprio venerdì scorso Confcommercio Sicilia aveva chiesto al presidente della Regione Nello Musumeci di abrogare l’articolo 7 dell’ordinanza numero 51 del 24 ottobre con cui era stata disposta la chiusura obbligatoria di tutte le attività commerciali oltre le ore 14 della domenica. La richiesta urgente, inoltrata con una nota ufficiale, puntava appunto alla riapertura immediata dei negozi la domenica pomeriggio, a partire dall'8 novembre.

“Riteniamo inderogabile ristabilire l'apertura delle attività la domenica pomeriggio - si leggeva nella richiesta di Confcommercio -. La mancata abrogazione di tale divieto regionale, alla luce delle gravose restrizioni imposte dall’ultimo Dpcm inasprirebbe ulteriormente una condizione economica già fortemente compromessa, a discapito di tutte quelle attività che formalmente non sono state sospese dalla normativa nazionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Scuole e coronavirus, Comune attacca ancora l'Asp: proroga della chiusura non improbabile

Torna su
MessinaToday è in caricamento