Vertenza Papino, a Tremestieri tolta l'insegna

Il centro commerciale della zona sud sta per chiudere, possibile una manifestazione di protesta mentre ieri è stato portato via lo stemma che campeggiava sulla statale 114

La rimozione dell'insegna Trony Papino a Tremestieri

A metà giugno la notizia della chiusura del Punto Vendita elettrodomestici di Tremestieri. Ieri il gruppo Papino ha tolto l'insegna nella zona sud e si avvia alla chiusura dei locali. Una trentina di famiglie attende novità dalla decisione anche perché secondo quanto si è appreso l'esercizio commerciale avviato al Centro commerciale di Maregrosso è nato, sempre sotto il nome Papino, ma con una nuova società. Che succederà agli addetti? La Filcams Cgil starebbe per organizzare una manifestazione di protesta e nelle prossime ore potrebbero esserci novità. Per adesso chi transita dalla statale 114 non troverà più il marchio lungo la via. Dopo la chiusura mesi fa del Centro commerciale a Barcellona Pozzo di Gotto Papino sta per chiudere anche a Tremestieri. A giugno, a Catania, si era tenuta una riunione su tutti i Punti vendita Papino nell'isola. 

Papino, la riunione di giugno a Catania 

Per l'azienda difficoltà di mercato alla base della chiusura. 

Potrebbe interessarti

  • Christian e Claudia, primo matrimonio sulla spiaggia a Mongiovi

  • Il viaggio di Nicole, da Boston a Faro Superiore: “Aiutatemi a trovare i miei parenti”

  • Detenute al carcere di Barcellona, un giorno da modelle per abbattere il muro del pregiudizio

  • Oltre il muro del pregiudizio, serata glamour con le detenute del carcere di Barcellona

I più letti della settimana

  • Christian e Claudia, primo matrimonio sulla spiaggia a Mongiovi

  • La Papino conferma i licenziamenti, la Filcams Cgil: "Sani i vizi di forma e annulli le procedure"

  • Incidente in autostrada, in fin di vita un esattore del Cas

  • Detenute al carcere di Barcellona, un giorno da modelle per abbattere il muro del pregiudizio

  • Operazione antidroga, uno degli arrestati al tavolo delle trattative per la gestione degli stadi

  • Arrestato per droga alle trattative sugli stadi, Scattareggia: “Conosco Arena e Santoro, non altri”

Torna su
MessinaToday è in caricamento