Economia

Atm Spa, i sindacati chiedono garanzie: "Passaggio dei dipendenti avvenga tramite Centro per l'Impiego"

Cgil, Uil e Cub Trasporti chiedono garanzie sul futuro dei lavoratori. Il confronto in azienda con i commissari liquidatori. Si procederà nonostante la bocciatura del piano in consiglio comunale

Il passaggio dei lavoratori Atm alla nuova Spa avverrà nonostante la bocciatura del piano di liquidazione in consiglio comunale e l'attuale richiesta di liquidazione coatta.

E' quanto ribadito dai commissari dell'azienda trasporti durante l'incontro con i sindacati di questa mattina. Dall'altro lato del tavolo Cgil, Uil e Cub Trasporti che hanno chiesto garanzie sul futuro dei dipendenti in vista della costituzione della nuova società per azioni che gestirà il trasporto pubblico locale.

Il collegio dei liquidatori ha confermato la volontà di proseguire nella cessazione del servizio e il transito dei dipendenti e pertanto Filt Cgil UIltrasporti e Cub hanno reputato che in questa fase in assenza di Atm Spa sia necessario che il percorso avvenga presso il Centro dell’impiego di Messina.  

"In questo momento  - dichiarano i sindacati  - l’unica certezza è che siamo in presenza di 461 lavoratori con cessazione di contratto al 30 marzo 2020 e non bastano le garanzie del sindaco o accordi con Atm Spa non ancora ufficialmente subentrata nel servizio a dare le necessarie garanzie occupazionali e economiche necessarie. Particolare attenzione dovrà essere riservata al saldo delle competenze di fine rapporto ai lavoratori, quindi il Tfr, le ferie e i contenziosi in essere. Nel piano di liquidazione il Tfr è stato quantificato in 5 milioni di euro, le ferie non godute che devono essere saldate ai lavoratori ammontano a 1 milione di euro e almeno 3 milioni per le cause in giudizio che vengono riconosciute come fondate. Questi sono nodi cruciali su cui il sindacato non potrà fare sconti. Abbiamo ritenuto - concludono i sindacati- che tutto quanto necessario,  già previsto normativamente nel contratto di categoria,  a tutela dell’occupazione e dei diritti acquisiti debba essere trattato presso il Centro dell’impiego con tutti gli attori presenti per evitare di porre a rischio i legittimi diritti dei lavoratori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atm Spa, i sindacati chiedono garanzie: "Passaggio dei dipendenti avvenga tramite Centro per l'Impiego"

MessinaToday è in caricamento