Economia

Le categorie produttive dal prefetto, documento condiviso per il rilancio economico

Cosima Di Stani ha riunito tutti i rappresentanti delle associazioni per fare fronte comune contro la crisi provocata dalla pandemia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Nella mattinata odierna il Prefetto, Cosima Di Stani, ha presieduto una riunione in videoconferenza con le Associazioni di categoria più rappresentative del comparto commerciale e produttivo del territorio provinciale, al fine di approfondire le criticità economiche conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19 e condividere delle strategie comuni per la ripartenza. 
All’incontro hanno partecipato l’Assessore Regionale delle Attività Produttive, On. Mimmo Turano, un rappresentante della Città metropolitana di Messina, l’Assessore del Comune di Messina, Avv. Dafne Musolino, il Presidente della Camera di Commercio di Messina, nonché i presidenti e i rappresentanti della Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Confimprese, UPLA - CLAAI, CNA Turismo e Commercio, SADA Casartigiani. Nel corso della riunione, è emersa la volontà comune di pianificare il futuro socio-economico dell’intera provincia valorizzando in una prospettiva unitaria i vari e i diversificati settori del turismo, della ristorazione, del commercio e, in generale, di ogni attività produttiva.

Al riguardo, i partecipanti hanno concordato sull’esigenza di elaborare un documento condiviso che possa fungere da buona prassi per l’intero territorio nazionale, con la proposizione di idee e strategie di intervento, ma che tenga ben presente le peculiarità e le eccellenze del contesto metropolitano messinese. L’Assessore Regionale delle Attività Produttive ha manifestato piena disponibilità a fornire il proprio supporto alle idee che verranno sottoposte alla sua attenzione, per il tramite della Prefettura. Peraltro, ha evidenziato che la Regione Siciliana sta curando la definizione di alcune procedure per consentire che la CRIAS possa ripartire con l’erogazione di crediti e contributi e, in più, si sta lavorando alla previsione di concessioni di prestiti con restituzione rateale e con un ammontare determinato in base al fatturato, consentendo l’accesso anche alle imprese ritenute “non bancabili”. L’Assessore Dafne Musolino ha evidenziato le politiche di sostegno già messe in campo dal Comune di Messina e quelle in corso di definizione, tra le quali l’esenzione della tassa per l’occupazione per il suolo pubblico fino al 31 dicembre prossimo venturo e una procedura semplificata per i gestori che non abbiano la possibilità di usufruire di spazi esterni per ottenere la disponibilità di piazze o luoghi adiacenti alla propria attività, le esenzioni dal pagamento di TARI ed AMAM, nonché il differimento di altri pagamenti. Al contempo, si è dato atto dell’attività di rilancio posta in essere in collaborazione, tra l’altro, con Confcommercio per una stagione estiva ricca di spettacoli e intrattenimento che possa richiamare l’interesse di consumatori provenienti anche da altri centri. Il Prefetto, in chiusura dei lavori, ha quindi sottolineato che la direzione giusta è quella di sostenere il territorio sotto tutti i punti di vista e ha invitato, pertanto, i presenti a elaborare in piena sinergia un documento operativo che verrà trasmesso alle Autorità centrali e regionali.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le categorie produttive dal prefetto, documento condiviso per il rilancio economico

MessinaToday è in caricamento