rotate-mobile
Economia

Tutto pronto per i saldi, i consigli utili per evitare spiacevoli sorprese

La raccomandazione più importante sugli sconti è quella di verificare, prima della loro partenza ufficiale, il prezzo del prodotto che si intende acquistare. Ecco le indicazioni

Dopo l’abbuffata con il black friday, nonostante molti negozi abbiano anticipato gli sconti avvisando la clientela fidelizzata con sms e telefonate pur di far cassa, i consumatori hanno limitato gli acquisti ai regali di Natale e allo strettamente necessario. Ciò dovrebbe creare interesse e buone prospettive per gli imminenti saldi, in programma il 2 gennaio, fa sapere Federconsumatori. 

Il decalogo 

La raccomandazione più importante sui saldi è quella di verificare, prima della loro partenza ufficiale, il prezzo del prodotto che si intende acquistare, anche fotografandolo con il cellulare, per avere una prova certa del prezzo originario. Solo in questo modo sarà possibile valutare la reale convenienza dell’acquisto ed evitare le furbate di qualche commerciante scorretto.

  1. Non fermarsi mai davanti alla prima vetrina, confrontare i prezzi e, in ogni caso, orientarsi verso beni o prodotti che servono veramente

  2. Diffidare dalle vetrine tappezzate dai manifesti (che non consentono di vedere la merce) o che reclamizzano sconti eccessivi, pari o superiori al 60%
  3. I saldi possono non interessare necessariamente tutta la merce del negozio. Quella a saldo, però, deve essere tenuta separata e ben individuabile rispetto a quella a prezzo pieno
  4. Attenzione alla presenza delle etichette: quella di origine permette di risalire al produttore, quella di contenuto garantisce la composizione del prodotto, quella di manutenzione informa sulle modalità di lavaggio per evitare rischi
  5. Occhio al cartellino del prezzo! Su ogni prodotto deve essere indicato, obbligatoriamente ed in modo chiaro e leggibile, il vecchio prezzo, quello nuovo e il valore in percentuale dello sconto
  6. Non esiste l'obbligo di far provare i capi. Il nostro consiglio è, comunque, quello di diffidare dall’acquisto di capi di abbigliamento che non si possono provare
  7. Dal 1° luglio 2022 scattano le sanzioni per esercenti e/o professionisti che non permetteranno i pagamenti tramite Pos
  8. Conservare sempre lo scontrino quale prova di acquisto. Sarà prezioso in caso di merce fallata o non “conforme”, in quanto obbliga il commerciante alla sostituzione o al rimborso di quanto pagato
  9. Per gli acquisti online è consigliabile acquistare presso siti conosciuti e prestare molta attenzione alle condizioni di vendita: condizioni di pagamento, modalità e costo di spedizione, modalità e costo del reso
  10. Problemi o “bufale” devono essere subito denunciati ai vigili urbani, all'ufficio comunale per il commercio o a Federconsumatori chiamando lo 091.6173434

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per i saldi, i consigli utili per evitare spiacevoli sorprese

MessinaToday è in caricamento