rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Economia

Decreto "Primo maggio", bonus da 100 euro in arrivo a gennaio 2025 e sgravi per chi assume donne e giovani

L'indennità spetterà alle famiglie con almeno un figlio e reddito fino a 28 mila euro, nuovi incentivi per chi contrattualizza giovani e donne, soprattutto al Sud. Ecco cosa prevede il provvedimento approvato dal Consiglio dei ministri

Il Primo maggio porta incentivi per il lavoro autonomo, sgravi per le assunzioni di donne e giovani soprattutto al Sud, aiuti per favorire l'autoimprenditorialità e un bonus da 100 euro che sarà erogato nel 2025: sono solo alcune delle misure per il lavoro contenute nel decreto legge Coesione varato ieri dal Consiglio dei ministri. Andiamo con ordine e vediamo cosa cambia misura per misura. 

Quali sono le categorie che usufruiranno degli sgravi fiscali 

Con il bonus giovani ci saranno sgravi contributivi al 100% (nel limite massimo di 500 euro mensili, estendibile a 650 euro in alcune regioni meridionali) per due anni, per le imprese che assumono a tempo indeterminato giovani con età inferiore a 35 anni. Non solo: nella Zona economica speciale unica del Mezzogiorno, questi sgravi saranno estesi anche ai disoccupati over 35 da almeno 24 mesi. 

Liberarsi dal lavoro nero e far valere l'esperienza: ecco come trovare un impiego in Sicilia

Il decreto prevede inoltre un bonus donne in favore delle lavoratrici svantaggiate, con l'esonero dal 100% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro per un massimo di 24 mesi nel limite di 650 euro su base mensile per ciascuna lavoratrice assunta a tempo indeterminato. Il bonus si applica alle donne di qualsiasi età, con un trattamento di maggior favore per le donne residenti nel Mezzogiorno.

C'è poi il bonus "Zes" che ha l'obiettivo di sostenere lo sviluppo occupazionale nella "Zona economica speciale" unica del Mezzogiorno attraverso uno sgravio contributivo del 100% per un periodo massimo di 24 mesi nel limite di 650 euro mensili per ciascuno lavoratore assunto. La misura si applica per i datori di lavoro di aziende fino a 15 dipendenti.

Primo Maggio nel segno della mobilitazione: “Costruiamo insieme un’Europa di pace, lavoro e giustizia sociale”

Un'altra misura intende inoltre l'autoimprenditorialità e le libere professioni nei settori strategici per lo sviluppo di nuove tecnologie e la transizione al digitale ed ecologica, con l'esonero del 100% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, per la durata massima di 3 anni, nel limite massimo di 800 euro su base mensile per ciascun lavoratore assunto a tempo indeterminato. Gli incentivi per il lavoro autonomo e libero professionale si attuano nelle regioni del Mezzogiorno, con un rafforzamento della misura "Resto al Sud", e nelle aree del centro nord, con benefici differenziati.

Chi avrà 100 euro in più in busta paga 

Tra le misure approvate c'è anche il bonus da 100 euro che sarà erogato nel 2025. A individuare la platea dei beneficiari è stato il viceministro all'Economia Maurizio Leo: "Il governo ha voluto andare incontro alle fasce medio-basse e ha aggiunto ulteriori benefici per dare, tra fine anno e l'inizio dell'anno nuovo un ulteriore sostegno di 100 euro che vanno a vantaggio delle famiglie monoreddito o monogenitoriali. In questo modo si mette in condizione, in quel periodo, di comprare un regalo al figlio, e si fa in modo di destinare queste risorse ai consumi". 

Il bonus è indirizzato a tutti quelli che percepiscono un reddito fino a 28 mila euro l'anno lordi e hanno un minore a carico e sarà erogato attraverso sostituti d'imposta nel mese di gennaio. L'obiettivo sembra però quello, in prospettiva, di arrivare a detassare le tredicesime: "Questo bonus è il primo tassello di quello che vogliamo fare, trovando le relative risorse, per le tredicesime. Non abbiamo una visione strabica, prestiamo attenzione al mondo autonomo e anche al mondo del lavoro dipendente ma dobbiamo trovare l'equilibrio con le coperture perché ci sono numeri più importanti", ha concluso il Maurizio Leo. 

Fonte: Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto "Primo maggio", bonus da 100 euro in arrivo a gennaio 2025 e sgravi per chi assume donne e giovani

MessinaToday è in caricamento