rotate-mobile
Economia

Schifani presenta la nuova rete dei collegamenti con le isole minori, le proposte dei sindaci

L'incontro alla Regione con l’assessore Aricò e l’amministratore delegato di Liberty lines, Carlo Cotella. Le priorità dei primi cittadini tra tariffe agevolate e potenziamento delle corse

I collegamenti con le isole minori in primo piano. Mentre i sindaci si riuniscono a Favignana per mettere a punto una serie di proposte volte a rendere adeguato il servizio ai bisogni delle loro comunità arriva l'annuncio del presidente della Regione sulla "nuova rete integrata di collegamenti con le isole minori".

Il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, e l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla mobilità, Alessandro Aricò, presenteranno alla stampa la nuova rete integrata dei servizi di trasporto pubblico marittimo con le isole minori, lunedì 16 gennaio alle ore 11 nella sala Alfano a Palazzo d’Orléans a Palermo. Saranno presenti anche l’amministratore delegato di Liberty lines, Carlo Cotella, e i sindaci dei Comuni delle isole minori.

Intanto a Favignana i sindaci delle Isole di Sicilia si riuniscono per continuare la loro opera di aggregazione e proposte per la risoluzione dei problemi che affliggono le loro comunità isolane, in particolare durante il periodo invernale. Il primo punto che è stato affrontato è stato quello dei collegamenti marittimi e del mancato rinnovo delle tariffe agevolate per forze dell’ordine, operatori sanitari e scolastici, incaricati di pubblici servizi e, in generale, per i pendolari. In merito, i sindaci hanno deciso di portare avanti iniziative comuni finché i collegamenti non siano soddisfacenti ai bisogni delle loro comunità e non vengano ripristinate le tariffe agevolate. Inoltre, i sindaci hanno deciso di continuare le interlocuzioni con la Regione e lo Stato per l’incremento dei collegamenti.

Per ciò che riguarda il riferimento alla normativa regionale, i Sindaci hanno deciso di chiedere alla Regione il finanziamento della Legge regionale 18/1987 per colmare il deficit strutturale in cui versano ancora le isole siciliane. In riferimento ai rapporti con la Regione è in programma un incontro con il Governo per l’attivazione dell’Ufficio Isole Minori presso la presidenza e del tavolo tecnico nell’ambito dell’assessorato alla Salute per un confronto sulla situazione sanitaria delle isole che sarà oggetto di un documento comune.

In relazione al “caro bollette” i sindaci chiederanno al Governo nazionale un “bonus isole” per fronteggiare la situazione di grande disagio sociale e l’ingiustizia tariffaria che si viene a determinare, soprattutto nell’ambito delle isole minori, le cui centrali sono alimentate da gasolio e non da metano.

Si sono affrontati anche i problemi relativi al rimborso del trasporto dei rifiuti solidi urbani che dovrà trovare una diversa collocazione legislativa, al fine di non creare pregiudizi ai bilanci dei comuni isolani, ed ancora azioni comuni per la sottoscrizione o l’integrazione dei protocolli d’intesa per l’attuazione del pnrr “Isole Verdi”.

Infine, l’assemblea dei Sindaci di Sicilia in relazione al protocollo d’intesa per i fondi POR/FES ha indicato il comune di Pantelleria come comune capofila ed ha deciso di creare un coordinamento per il rilancio dell’azione comune nell’ambito dell’Ancim, dandosi appuntamento alla prossima assemblea che si terrà, tra circa un mese, nell’isola di Lampedusa.

Hanno partecipato all'incontro Francesco Forgione, sindaco Comune di Favignana – Isole Egadi; Filippo Mannino, sindaco di Lampedusa e Linosa; Giacomo Montecristo, sindaco di Leni; Riccardo Gullo, sindaco di Lipari; Clara Rametta, sindaco di Malfa; Vincenzo Campo, sindaco di Pantelleria; Domenico Arabia, sindaco di Santa Maria Salina e Salvatore Militello, sindaco di Ustica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schifani presenta la nuova rete dei collegamenti con le isole minori, le proposte dei sindaci

MessinaToday è in caricamento