Mercoledì, 4 Agosto 2021
Economia

La Regione studia le notti gratis a Sud per far ripartire il turismo, Siracusano: “Serve anche il bonus estate”

La deputata chiede chiarezza sulle regole, sui protocolli di sicurezza, e incentivi e sgravi fiscali per le famiglie affinché scelgano le mete italiane. Le rassicurazioni dell'assessore Messina: “Subito 50 milioni per dare liquidità alle imprese”

Dagli albergatori agli animatori turistici, è un coro di amarezze e preoccupazioni. La Fase2 è ancora carica di incertezze amche se dalla Regione arrivano le prime novità per gli operatori turistici. 

“Stiamo preparando 600 mila pacchetti turistici che immetteremo sul mercato e che regaleremo ai turisti che soggiorneranno almeno 3 notti in Sicilia. Su 3 notti, una la regalerà l'assessorato al Turismo della Regione”, ha detto l'assessore regionale al Turismo Manlio Messina intervenendo al meeting online con gli operatori turistici privati organizzati da "Skal International Palermo"' e dal portale travelnostop.com.

“Acquisteremo servizi da tutti i settori della filiera turistica - ha detto l'assessore - che saranno messi in circolazione per il recupero dei flussi sia individuali che gruppi. Stiamo mettendo a disposizione 50 milioni per cercare di dare subito liquidità alle imprese. Sappiamo che non risolveremo il problema ma sicuramente si tratta di piccole risorse che consentiranno al comparto di respirare.  Il fondo - ha aggiunto Messina - verrà utilizzato da subito, mentre servizi e pacchetti saranno immessi sul mercato quando riterremo che si potrà viaggiare. Potrebbe essere già a luglio-agosto, oppure per favorire la destagionalizzazione e quindi da ottobre. I dettagli saranno resi noti quando la finanziaria sarà approvata".

L'assessore al Turismo: “La Sicilia sarà terra sicura”

"Il progetto - ha concluso - sarà supportato da un piano di comunicazione interno ed esterno arricchito da una piattaforma web e un'app. Possiamo dire, paradossalmente, che grazie alla crisi stiamo riuscendo ad attivare servizi che prima stavamo solo immaginando, come il nuovo sito della Regione che avrà una conformazione diversa e dove sarà presente sia l'aspetto della prenotazione che quello della promozione in cui tutti potranno pubblicizzare la propria attività".

Ma serve davvero una terapia d'urto per riprendere in mano la situazione. Per Federalberghi Isole Minori della Sicilia i dati Svimez ci dicono chiaramente che il Mezzogiorno deve ancora recuperare i livelli precrisi del 2008 e, come dichiarato da Pietro Busetta (Università di Palermo), “considerata la maggiore fragilità delle imprese meridionali, la loro probabilità di uscire dal mercato è di 4 volte superiore rispetto a quelle del Centro-Nord”.

Da qui l'intervento della deputata di Forza Italia, Matilde Siracusano che ieri ha chiesto chiarezza sulle regole, sui protocolli di sicurezza, e incentivi e sgravi fiscali per le famiglie affinché scelgano le mete italiane per passare qualche settimana di auspicabile relax.

“Tutte le attività imprenditoriali che ruotano attorno al turismo sono in grandissima difficoltà - ha detto Siracusano -  e non conoscono ancora tempi e modalità della loro ripartenza. In ogni caso vengono da settimane caratterizzate da zero fatturato e vanno incontro ad una stagione estiva complicatissima. Il governo, fino a questo momento, è intervenuto con troppa timidezza. Pochi soldi, qualche bonus, la promessa di prestiti agevolati. Ma nulla di più. Occorrerebbe un supporto serio e concreto per gli imprenditori di questo settore. Risorse a fondo perduto, cassa integrazione straordinaria, aiuti ai lavoratori stagionali. Nelle regioni del Sud, in modo particolare - in Campania, in Calabria, in Puglia, in Sardegna, in Sicilia, e anche nella mia Messina -, intere famiglie di albergatori, ristoratori, balneari, aspettano i mesi di luglio e di agosto con la speranza di poter in parte colmare le gravissime perdite di questi mesi. Speriamo di poter fare le vacanze, e su questo il governo deve intervenire subito”.

Per le regioni meridionali la  Siracusano è favorevole a un ‘bonus estate al Sud’, un aiuto in più per territori già cronicamente in grande difficoltà e che spesso hanno nel turismo l’unica fonte di sviluppo economico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione studia le notti gratis a Sud per far ripartire il turismo, Siracusano: “Serve anche il bonus estate”

MessinaToday è in caricamento