Economia

Santo Versace entra nel gruppo Krimi, l'investimento con una operazione a cavallo dello Stretto

Il messinese Rocco Crimi, d'intesa con Innexto Sca Sicav Sif, ha scelto l'imprenditore reggino per rafforzare la crescita della società attiva da anni nell'ambito delle attività di ricerca e sviluppo di dispositivi medici, prodotti cosmetici e soluzioni innovative per il trattamento di patologie complesse

Santo Versace

L'imprenditore Santo Versace, ex esponente di Forza Italia, che insieme alla sorella Donatella ha portato avanti l’internazionalizzazione del gruppo dopo la tragica morte dello stilista di Reggio Calabria a Miami, ha deciso di diversificare gli investimenti entrando ora nel gruppo Krymi. Una operazione a cavallo dello Stretto.

La Laboratori Farmaceutici Krymi Spa e la Pharmakrymi Spa, è infatti società di riferimento del messinese Rocco Crimi,  la cui famiglia gestisce numerose farmacie a Roma e nell’hinterland. A Messina resta la storica farmacia di Gravitelli, da dove il gruppo ha preso le prime mosse per la scalata nazionale. Di recente Crimi ha varato la Fondazione che porta il nome del padre, proponendosi azioni di promozione sociale nel territorio dei Nebrodi e di Galati Mamertino in particolare dove la famiglia è originaria.

La Krimi  e la Pharmakrymi Spa   "hanno siglato un accordo di investimento con Versace mediante, rispettivamente, aumento di capitale sociale ed un acquisto di azioni, il 20% delle due società". Lo comunica in una nota la stessa PharmaKrymi Spa. "Rocco Crimi, d'intesa con Innexto Sca Sicav Sif, ha scelto Santo Versace per rafforzare la crescita di un gruppo attivo da anni nell'ambito delle attività di ricerca e sviluppo di dispositivi medici, prodotti cosmetici e soluzioni innovative per il trattamento di patologie complesse, attività svolte anche in collaborazione con importanti istituti ed enti di ricerca di rilevanza nazionale - prosegue la nota - L'ingresso di Santo Versace avrà un ruolo strategico per le nuove iniziative che le società avvieranno, e si pone l'obiettivo di valorizzare lo sviluppo anche internazionale del portafoglio prodotti e di terapie innovative, oltre che di sviluppare i farmaci orfani per la cura delle malattie rare, che non vengono realizzati dalle aziende farmaceutiche perché la loro commercializzazione non consente di recuperare il capitale investito per la ricerca".

"Lo Studio Effevilegal, con Valentina Adornato, Francesca De Stefano ed Erminio De Santis ha assistito Santo Versace, lo studio Abbadessa Franchina, con Gaetano Franchina, e lo studio Messina, con Mauro Messina, hanno assistito Rocco Crimi, rispettivamente, per gli aspetti legali e fiscali, lo studio R&P Legal, con Giovanni Luppi e Federica Pastorino, ha assistito il Fondo Innexto - conclude la nota - L'ideazione e la realizzazione dell'operazione è stata possibile grazie a Carmelo Sarcià, Coordinatore Nazionale Private Advisory di Deutsche Bank Financial Advisors, che ha seguito tutte le Parti coinvolte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santo Versace entra nel gruppo Krimi, l'investimento con una operazione a cavallo dello Stretto

MessinaToday è in caricamento