menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cibo e territori a Floresta, al via la nuova Ottobrando

Quindicesima edizione della fortunata manifestazione presentata ieri a Capo d'Orlando dai sindaci Franco ingrillì e Nino Cappadona. Le novità

Presentata ieri al porto di Capo d'Orlando, la 15 esima edizione della fortunata manifestazione “Ottobrando”, al via a Floresta, il prossimo 5 ottobre e si declinerà sul tema "Cibo e Territori".

A fare gli onori di casa il sindaco paladino Franco ingrillì ed il primo cittadino di in trasferta, di Floresta  Nino Cappadona, insieme ai membri della sua giunta tra cui l’assessore al Turismo, Rosalba Mollica.

Tanti gli ospiti che hanno presenziato all’evento, per la parte istituzionale l’assessore regionale alle Autonomie locali,  Bernardette Grassoche ha portato il saluto del presidente Musumeci  e il deputato regionale di Fratelli d’Italia, Antonio Catalfamo. “ Da Floresta a Capo d’Orlalando- afferma l’assessore Grasso- parte oggi un messaggio forte di sinergia , fra cibo e territorio nebroideo, tra costa e montagna, in un’ottica di sviluppo integrato e di promozione turistica comune”.

Presenti inoltre addetti ai lavori, tante scuole alberghiere, SlowFood Sicilia, Gal, Parco dei Nebrodi. L’inaugurazione, poi, a Floresta con una seconda partecipazione di onorevoli e addetti ai lavori, programmata a ridosso dell’apertura della grande manifestazione che giunge alla sua quindicesima edizione.Floresta, nel cuore dei Nebrodi, in una posizione unica e particolare, tra due grandi parchi naturali il grande vulcano alle spalle, la sua altitudine, ma con le Eolie davanti e le spiagge mediterranee a poco chilometri, con un comprensorio incontaminato, ricco di sentieri e bellezze naturali ed una tradizione agreste millenaria diventa un laboratorio  di vita animale e vegetale che deve essere sempre più rispettato e salvaguardato.

All’interno di queste aree, tutt’altro che chiuse verso l’esterno, l’agricoltura e l’allevamento e quello che da questi ambiti deriva costituiscono il legame inscindibile tra la tradizione rurale e l’uomo, che diventa custode del paesaggio e in questo caso produttore di prestigiosi prodotti tipici della tradizione culinaria nebroidea e siciliana.

Quindi Floresta si candida anche attraverso “Ottobrando” a  diventare una momento di promozione di tutti le tipicità del territorio, facendole conoscere, apprezzare, valorizzandole, perchè come dice il sindaco Antonino Cappadona, attraverso “la creazione ed il fare impresa si mantiene e si fa crescere l’occupazione e la qualità della vita”.  “Consolidare il legame tra essere umano e natura attraverso- afferma il sindaco Cappadona-  un modello di coltivazione e allevamento sostenibile, che coniugano la salvaguardia delle risorse naturali con il mantenimento della produttività dei sistemi agricoli. L’agricoltura e l’allevamento sono la pratica più adatta per consolidare il legame tra l’uomo e la natura e per mantenere inalterata la vita che deriva dal suolo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento