rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cinema

I ragazzi "speciali" si raccontano al cinema, ultimi ciak per il "Filo di Arianna"

Si avviano alle battute finali le riprese degli 8 cortometraggi del progetto che vuole stimolare i protagonisti, adolescenti e preadolescenti con disagio, a raccontare un’esperienza di vita o a elaborare una loro idea narrativa in linea con il linguaggio cinematografico

Si avviano alle battute finali le riprese degli 8 cortometraggi del progetto “Filo di Arianna”. I Ciak  dei ragazzi “Speciali” che sotto la guida del regista Massimo Guglielmi e dell’attore Carmelo Bacchetta,  stanno realizzando otto film, hanno fatto tappa al policlinico universitario, al teatro di Tindari, a Taormina e persino in uno studio televisivo: quello di Todo Modo.  I giovani, che hanno seguito un corso durato oltre un mese, determinatissimi, si sono trasformati in troupe cinematografica: registi, fonici, segretari e direttori di produzione, direttori di fotografia, costumisti, fotografo di scena, operatore, assistenti di produzione, macchinisti, parrucchieri, attori.

Ognuno ha coperto il ruolo che gli è stato assegnato crescendo professionalmente di giorno in giorno.  Non era capitato mai che fossero gli stessi ragazzi a raccontare le loro storie, a sceneggiare il loro disagio da adolescenti e preadolescenti e a farlo diventare film. Il cinema diventa così uno straordinario mezzo terapeutico. 

Il progetto "Filo  di Arianna 2022” si concluderà con il montaggio dei cortometraggi che saranno presentati il prossimo anno nei principali festival del cinema. L’obiettivo del  Centro studi “Dismed Ets”, ente del terzo settore presieduto da Filippo Livio che ha organizzato il progetto,   è quello di stimolare i protagonisti, adolescenti e preadolescenti con disagio, a raccontare un’esperienza di vita o a elaborare una loro idea narrativa in linea con il linguaggio cinematografico attraverso le tecniche e le competenze di tutte le principali professionalità del cinema. Il corso di filmaking per adolescenti e preadolescenti con difficoltà, ideato coordinato e diretto dal regista Massimo Guglielmi, allievo di Umberto Eco e navigato regista italiano, si è avvalso dell’esperienza della neuropsichiatra Antonella Gagliano professore associato di neuropsichiatria infantile presso l'Università di Catanzaro. A dare sostegno ai ragazzi e a partecipare ai film l' attore Carmelo Bacchetta.Dello staff fa parte anche un gruppo di psicologhe e pedagogiste: Serena, Martina, Denise e Maria Elena. Roberto Sgarlata è l' instancabile direttore di produzione sul set.

A patrocinare e a sostenere economicamente l' iniziativa l' assessorato regionale alla Sanità. Main sponsor il gruppo Caronte & Tourist.  Ci sono poi i patrocini gratuiti di diversi enti: dal Comune, alla Città metropolitana,  all' Ente teatro. L' Azienda Trasporti presieduta da Pippo Campagna ha concesso 30 abbonamenti gratuiti validi sino alla fine del mese per gli spostamenti dei ragazzi in città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ragazzi "speciali" si raccontano al cinema, ultimi ciak per il "Filo di Arianna"

MessinaToday è in caricamento