Primo settembre celebrato in piazza Duomo, Calderone: “Oggi manca quella fede civile e religiosa” | VIDEO

Il responsabile del Comitato Messina 908 alla commemorazione della rivolta contro i borboni. L'annuncio di un dibattito-convegno alla Biblioteca regionale

Alla biblioteca regionale, a fine mese, un dibattito e un convegno su cosa ha rappresentato il Primo settembre 1847 a Messina e per i messinesi. Lo ha annunciato Dino Calderone, del Comitato Messina 908.

Accanto alla Lapide, nella via Primo settembre, è stata deposta una corona in memoria di quella ribellione che non riuscì a sopraffare l'esercito borbonico ma gettò le basi della ventata rivoluzionaria che da lì a breve avrebbe  investito l'Italia intera.

“Cosa avevano allora più di oggi, quei messinesi? - si chiede Dino Calderone in questo breve ricordo - dove hanno trovato la forza di reagire, rischiando la propria vita? Che cosa li animava? Un elemento che noi stiamo rischiando di perdere: la fede in chiave civile e religiosa”.

In Piazza Duomo, per l'anniversario, anche il vicesindaco l'architetto Salvatore Mondello, il docente di Storia moderna presso l'Università di Messina Raffaele Manduca, il direttore del museo Forte Cavalli, Vincenzo Caruso mentre i lavori sono stati coordinati dalla giornalista Rachele Gerace.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Primo settembre celebrato in piazza Duomo, Calderone: “Oggi manca quella fede civile e religiosa” | VIDEO

MessinaToday è in caricamento