Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Concerti Taormina

Taormina, il canto di Carroccia e le parole di Mogol: "E' stato come assistere ad un concerto di Battisti"

Ieri sera il teatro greco ha ospitato l'evento "Emozioni - viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti“. Più di due ore di musica e racconti sull'artista più amato in Italia

Un vero e proprio concerto Lucio Battisti non l'ha mai fatto, ma ieri sera chi si è seduto sulle gradinate del teatro greco di Taormina ha provato la magica sensazione di ascoltare dal vivo il più apprezzato cantante e musicista italiano. E' bastato chiudere gli occhi e lasciarsi emozionare dalla voce di Gianmarco Carroccia, incredibilmente simile a quella del grande Lucio. Ma la ciliegina sulla torta non è mancata con la presenza sul palco di Mogol a spiegare aneddoti e curiosità legate a un sodalizio che ha lasciato un'impronta indelebile nella musica e nella cultura del nostro Paese.

Questo e tanto altro è stato lo spettacolo "Emozioni - viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti“, organizzato dall’associazione Progetto eventi, con il patrocinio dell’assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, di Taormina Arte e con la collaborazione del Comune di Taormina.

Un tuffo del passato con le più celebri canzoni di Battisti cantate da un Carroccia in splendida forma che ha subito coinvolto il variegato pubblico che ha assistito all'evento. Perché di evento si è trattato: non capita tutti i giorni di poter apprezzare dal vivo pezzi indimenticabili come Emozioni, I giardini di marzo o La canzone del sole, suonati da un'orchestra di ben sedici elementi che ha rispettato i suoni originali pur concedendosi qualche licenza risultata sempre azzeccata. E poi Mogol che tra una canzone e l'altra si è raccontato con l'umiltà che lo contraddistingue. Durante il dialogo con la giornalista Maria Bella ha invitato il pubblico a non mollare spiegando che ognuno di noi ha un talento nascosto che va tirato fuori e coltivato attraverso lo studio e tanta determinazione. 

Infine la sorpresa finale con l'inattesa presenza di Gianni Bella, tra i più noti compositori italiani che ha ricevuto un sentito grazie dallo stesso Mogol mentre il pubblico gli ha dedicato una meritata standing ovation. Poi è intervenuto Carroccia regalando ai presenti L'emozione non ha voce, forse la canzone più apprezzata tra quelle composte dall'artista catanese. 

Più di due ore di musica passate in fretta. Al termine, i sorrisi soddisfatti del pubblico e la nostalgia di chi grazie alla voce di Carroccia e alle parole di Mogol è tornato indietro nel tempo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taormina, il canto di Carroccia e le parole di Mogol: "E' stato come assistere ad un concerto di Battisti"

MessinaToday è in caricamento