Eventi

Il Conservatorio Corelli tra storia e prospettive, le iniziative per il 2021

L'appuntamento conclude il ‘Maggio dei Libri’. Il presidente Ministeri: “La scuola musicale al centro delle dinamiche culturali, ma anche sociali, in un disegno più complessivo di Città e di sviluppo del territorio”

Presentato a cura del presidente del Conservatorio Arcangelo Corelli Giuseppe Ministeri, il volume “Il Conservatorio Corelli tra storia e prospettive 1980-2020”. L’evento, cui hanno preso parte oltre al sindaco Cateno De Luca, l’assessore alla Cultura Enzo Caruso, il direttore del Conservatorio M° Antonino Averna, la curatrice professoressa Alba Crea e autorità militari, civili e religiose, è stato moderato dalla giornalista Valeria Brancato.

A fare da cornice all’appuntamento, gli interventi musicali degli allievi Chiara Bonarrigo al flauto, Daniele Ruta alla chitarra, e Paolo Corda alla fisarmonica. In apertura dei lavori il presidente Ministeri ha così espresso il suo compiacimento: “Siamo felici di concludere l’edizione 2021 del ‘Maggio dei Libri’ con la presentazione del nostro prestigioso volume celebrativo dei quarant’anni dall’autonomia della Scuola musicale. Al sindaco De Luca devo riconoscere di avere prestato sempre grande attenzione nei confronti dell’Istituto supportata da atti concreti. Ma il Conservatorio Corelli, e non posso che esserne orgoglioso, è stato al centro delle dinamiche culturali, ma anche sociali, in un disegno più complessivo di Città e di sviluppo del territorio. L’odierna presentazione rappresenta la prima di una serie che porterà ad altre iniziative per tutto il 2021. Saremo infatti a Palermo, a Roma, Napoli e Milano, e in autunno al Congresso europeo dei Conservatori in Belgio alla presenza del Commissario europeo della Cultura. Questo libro – ha concluso Ministeri – è soltanto il primo di una più ampia e rinnovata strategia e attività editoriale, è stato già definito un accordo per la co-edizione di tre volumi con la casa editrice Rubbettino, su cui stiamo già lavorando”.

 “Con soddisfazione questa Amministrazione ha accolto la richiesta di compartecipare alla presentazione del volume che racconta la storia del prestigioso Conservatorio Corelli – da detto il sindaco - Auspico al prestigioso Istituto musicale cittadino che si appresta a partecipare a incontri non soltanto a livello locale e nazionale ma anche internazionali, di andare oltre e abbracciare orizzonti sempre più ampi al fine di portare in alto il nome della città di Messina”. Con l’odierno appuntamento si è così conclusa l’edizione 2021 della Campagna nazionale di lettura il “Maggio dei Libri”, istituita sotto l’Alto Patronato del presidente della Repubblica e patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, a cui la Città di Messina ha aderito per il tramite dell’Assessore alla Cultura Enzo Caruso.

“E’ stato un ricco programma di appuntamenti per la maggior parte in versione online a causa delle norme anti Covid19, elaborato dal Servizio Pubblica Istruzione e Cultura sulla base delle istanze pervenute a seguito di avviso di manifestazione di interesse. Abbiamo cercato di realizzare un programma che ha coinvolto – ha proseguito l’assessore Caruso – associazioni, istituti comprensivi, biblioteche, librerie e case editrici, utilizzando le loro idee e proposte, sul tema l’Amor per la coincidenza di questa edizione 2021 con il 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri. L’obiettivo è stato promuovere il valore sociale della lettura cui è seguita una notevole adesione, questo ci incoraggia a proseguire con simili iniziative svolte in collaborazione con realtà cittadine legate al mondo della lettura e della ricerca al fine di riscattare la Città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Conservatorio Corelli tra storia e prospettive, le iniziative per il 2021

MessinaToday è in caricamento